venerdì 28 gennaio 2011

Ta.Ri. l'iva anche sul 2010

Ecco, un'altra mazzata!

Come se non bastasse la reintroduzione dell'iva sulla Tariffa Rifiuti del 2011, c'è il rischio concreto che al ministero delle finanze vogliano indietro anche quella sul 2010, che comunque noi romani abbiamo già indirettamente pagato, visti gli aumenti della Ta.Ri. decisi a suo tempo dalla giunta Alemanno. Qui la notizia presa dal Messaggero:

"La natura non tributaria della tariffa vale, ovviamente, anche per la Tari del 2010. Quindi, l’Erario potrebbe rivendicare quel 10 per cento di Iva non pagata lo scorso anno. Con due possibili scenari: il primo prevede che ai romani, con le prossime bollette, vengano richiesti anche gli arretrati; la seconda opzione prevede che sia il Comune a ripianare il debito che l’Ama avrebbe nei confronti dello Stato (stimabile in circa 70 milioni)."

Prima o seconda opzione quei soldi usciranno comunque dalle tasche dei cittadini romani. E ovviamente l'iva arretrata verrà calcolata non sulla vecchia tariffa del 2009, ma sulla nuova. Speriamo almeno che non pretendano una sovrattassa per il ritardato pagamento.

E pensare che c'è stato chi (povero illuso!) ha provato a farsi ridare indietro l'iva indebitamente pagata negli anni precedenti. Anche per questi, più di novemila, poche speranze che abbiano indietro il maltolto

A questo punto le imprecazioni non bastano più, meglio le bestemmie...

(grazie a Laura per le sue utilissime segnalazioni)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.