giovedì 31 marzo 2011

Dopo il 19 c'è il... 21!

Non spaventatevi del titolo, si tratta solo della nuova matematica adottata nel decimo municipio per le sue riunioni, che prevede che non si possa discutere l'O.d.g 20 se prima non si è discusso l'O.d.g. 19 (e fino a qui tutto normale), ma che poi si debba per forza passare a discutere l'O.d.g. 21 e non il 20, come vorrebbe logica.

Non vi è ancora chiaro di cosa stiamo parlando? Comprensibile... E allora cerchiamo di fare chiarezza dicendo che ci stiamo riferendo alle riunioni del consiglio municipale della nostra circoscrizione, così come riportato da quella "barzelletta" di sito (davvero ignobile a detta di chiunque si intenda minimamente di web) del comune di Roma.

Avevamo atteso con impazienza che il consiglio affrontasse il problema della differenziata nel quartiere. E quando avevamo visto che la riunione che la riguardava e che aveva come ordine del giorno il numero 20 era stata rimpiazzata con un altra con ordine del giorno 19 avevamo pensato solo a un disguido, ma che comunque la successiva riunione avrebbe finalmente riguardato il nostro problema.

E invece non è stato così, perché saltando a piè pari il successivo numero 20 il consiglio è stato convocato per oggi giovedì 31/03/2011 alle ore 17.00 (presso la Sala Rossa) per discutere dell'ordine del giorno 21...

mercoledì 30 marzo 2011

Operazione Macchia di Leopardo


A ventiquattr'ore di distanza dalla comparsa di quei quattro cassonetti verdi in via Licinio stolone, di cui vi abbiamo dato conto ieri, non è ancora chiaro se l'intenzione dell'AMA è quella di rinunciare alla sua differenziata oppure se si tratta semplicemente di un cambio di strategia per continuare nel suo fallimentare sistema.

E' certo però che anche in altre zone del quartiere sono comparsi degli avvisi di divieto di sosta per posizionamento cassonetti, mentre in altre ci sono soltanto dei pezzi di nastro bianco e rosso a delimitare le zone (senza alcun avviso visibile), ma che andando a intuito dovrebbero stare a significare che anche lì i cassonetti stanno tornando.

Non si tratta però di un ritorno totale. Sono molte le strade in cui non ci sono né avvisi né nastri. E anche in quelle in cui ci sono questi non riguardano tutti i punti in cui in passato erano i cassonetti verdi, ma solo alcuni, molto pochi, all'incirca una decina...

martedì 29 marzo 2011

Sensazionale! Tornano i cassonetti verdi al Tuscolano Don Bosco


La foto ce l'ha appena spedita Marta ed è stata presa pochi minuti fa in via Licinio Stolone, quella stessa strada mostrata tante volte intasata dai rifiuti che continuavano ad accumularsi a causa della differenziata dell'AMA rendendo la situazione sempre più insostenibile.

Da oggi fanno il loro ritorno i cassonetti dell'indifferenziata, quantomeno in via Licinio Stolone e probabilmente anche in via Flavio Stilicone, dove Fabio ci aveva segnalato ieri sera un cartello con su scritto: DIVIETO DI SOSTA PER IL GIORNI 29 MARZO 2011 DALLE ORE 6 A FINE LAVORI PER POSIZIOPNAMENTO CASSONETTI AMA S.p.A. (gli errori di battitura non sono i suoi).

Dopo un rapido giro fra le strade del quartiere cercheremo di capire cosa sta succedendo e se quei cassonetti significano davvero che l'AMA rinuncia al suo sciagurato sistema che ha ridotto il quartiere a una discarica. A breve nuovi aggiornamenti...

UPDATE (ore 13,00) - Sono solo quattro i cassonetti verdi tornati al loro posto e tutti in via Licinio Stolone. Sono però comparsi in altri punti del quartiere i cartelli che avvisano del prossimo posizionamento di cassonetti. E' prematuro affermare che l'AMA sta rinunciando alla sua differenziata (sono soltanto una decina i punti in cui verranno rimessi i cassonetti), ma sicuramente è il segnale di un'inversione di tendenza.

lunedì 28 marzo 2011

Offresi bancarella con parcheggio accluso


Qualcuno dei frequentatori più assidui di questo blog potrebbe pensare di aver già visto questa foto, pubblicata tempo fa. E invece la foto è nuova, scattata soltanto ieri mattina in piazza San Giovanni Bosco. E' la situazione di sosta selvaggia in zona pedonale che è la stessa.

Già, perché anche nell'occasione precedente i gestori di quel mercatino domenicale avevano deciso che la piazza era stata loro riservata non soltanto per le loro bancarelle, ma anche per le loro auto e i loro furgoni, nonostante tanto di divieto.

E ieri non hanno fatto eccezione. Cinque auto, tre furgoni e persino una moto di grossa cilindrata allegramente parcheggiate dove in genere i ragazzini si scambiano la palla e le badanti portano i loro assistiti a prendere un po' di sole.

E, come al solito, nemmeno un vigile quando serve...

venerdì 25 marzo 2011

Mano nella mano...


Se l'erano promesso tanto tempo fa, insieme per tutta la vita, nel bene e nel male. Ed eccoli ancora lì, mano nella mano, a ribadire al mondo intero il loro legame, già abituati e indifferenti a quella montagna di rifiuti che solo da qualche mese della loro lunga vita è comparsa nella loro strada.

Quelle due persone probabilmente ne hanno viste tante, avranno lavorato duramente per costruire un futuro migliore per loro e per i propri figli. Mai avrebbero immaginato che il loro quartiere si sarebbe trasformato in una discarica, e soprattutto mai avrebbero pensato che da persone coscienziose e responsabili sarebbero stati improvvisamente etichettati come incivili...

mercoledì 23 marzo 2011

Contrordine, la testa va di nuovo nella sabbia

Sorpresina, il consiglio municipale del decimo municipio che doveva giovedì finalmente discutere della differenziata che ha ridotto il quartiere in una discarica è stato annullato, o quantomeno rimandato ad altra data non specificata.

Infatti al link sul sito del comune che avevamo indicato, al posto della discussione sull'OdG n. 20, quella appunto sulla differenziata, si legge:

Giovedì 24/03/2011 alle ore 17.00 (presso la Sala Rossa)
Ordine del Giorno n. 19:
Proposta di deliberazione avente ad oggetto: "Approvazione del calendario relativo allo svolgimento delle operazioni di voto per le elezioni degli Organi di Gestione dei Centri Anziani del Municipio Roma X – Regolamento dei centri Anziani approvato con Deliberazione dell'Assemblea Capitolina n. 28 del 13.12.2010"

Magari hanno deciso per questa volta di discutere gli OdG in ordine di presentazione (e il 19 viene prima del 20), oppure c'è stato qualche altro motivo che noi non conosciamo. Ma comunque sul loro sito, al momento, non c'è traccia di ulteriori convocazioni del consiglio per discutere quell'ordine del giorno numero 20 che ci tocca così da vicino.

Non ci resta che aspettare che lor signori si degnino finalmente di prestare attenzione alle nostre infime e insignificanti lamentele tirando su quella testa che hanno ben conficcata nella sabbia, o in quello che è...

martedì 22 marzo 2011

La testa degli struzzi...

Ci hanno messo all'incirca nove mesi, tanti quanti una gravidanza, ad accorgersi che c'era qualcosa che non andava con la differenziata e che era il caso di parlarne...

Stiamo parlando di quei consiglieri struzzi eletti nel consiglio del decimo municipio che a quanto pare finalmente hanno deciso di tirare fuori la testa dalla sabbia e affrontare l'argomento in una riunione ufficiale (giovedì 24 marzo alle ore 17,00 presso la sala rossa in piazza di Cinecittà, 11):

Ordine del Giorno n. 20:
"Analisi delle problematiche relative alla raccolta dei rifiuti nel territorio del Municipio Roma X con particolare riferimento alla raccolta differenziata"

Analisi delle problematiche... Che in politichese stretto sta a significare che non si intende decidere nulla (l'analisi), e che ci si limiterà a indicare un paio di cose che proprio non vanno (le problematiche) senza però mettere in discussione il metodo nel suo complesso.

Pessime premesse, se la vediamo sotto questo punto di vista. Ma vale la pena di fare un atto di fiducia e apprezzare il fatto che FINALMENTE anche i nostri rappresentanti eletti si sono resi conto che nel quartiere esiste un problema monnezza.

E visto che si stanno apprestando a discuterne, vale la pena di fornire loro un piccolo promemoria su cosa ha significato per noi questa differenziata, su come e perché NON sta funzionando e su tutte le storture che si porta dietro...

lunedì 21 marzo 2011

Tutti giù per terra...!


Ci risiamo... un'altra volta il cassonetto blu in via Lucio Mummio rovesciato. L'abbiamo fatto vedere per ben due volte in quella posizione, ma evidentemente, almeno a giudicare da tutte le ammaccature che presenta, il nostro campione dell'AMA  deve proprio averlo preso di mira (nota per i frequentatori saltuari di questo blog: per campione dell'AMA si intendono quegli autisti assunti con l'ultimo chiacchieratissimo concorso nella municipalizzata).

Speravamo che con la pratica, a furia di spostare, inclinare, rovesciare cassonetti, qualcosa il nostro campione l'avesse imparata. Ma evidentemente o non è così oppure c'è una faccenda personale fra lui e quel cassonetto su cui è meglio non indagare.

Che poi, se si trattasse di un solo cassonetto si potrebbe pensare a un difetto o a una rottura nel sistema di aggancio. Non mancano nel quartiere cassonetti che presentano rotture varie e che non vengono sostituiti nemmeno quando vanno a fuoco. Ma non è così...

giovedì 17 marzo 2011

Una mano di vernice...


Gli omini che spuntavano dalle colonne di piazza San Giovanni Bosco non ci sono più, coperti da una mano di vernice che ha cancellato quei pochi elementi di allegria nel grigiore/biancore di quella piazza foderata di travertino.

E con gli omini sono state coperte anche le grandi lettere sulle colonne che ricordavano il nome di Roberto Scialabba, un ragazzo del quartiere morto nel 1978 per mano dei fascisti proprio in quella piazza e che solo pochi giorni fa era stato lì ricordato nell'anniversario della sua scomparsa.

Ma tornando agli omini, erano lì da qualche anno. Da quando per una specie di contest, gara, concorso (una di quelle cose che organizzano comuni e municipi "progressisti") erano arrivati writer da tutta Italia e uno di questi, una notte, si era allontanato dallo spazio rigorosamente assegnato all'Anagnina per fare una capatina dalle nostre parti.

Sì, lo so, vandalismo, inciviltà, violazione della proprietà privata... E poi il decoro, l'arte nei musei, la pubblicità per strada... Ma a me quegli omini piacevano, mi strappavano un sorriso quando mi capitava sovrappensiero di passare da quelle parti e di trovarli a guardarmi da quelle colonne. E non ero il solo...

martedì 15 marzo 2011

Questa non è una discarica!!!


Per una volta usciamo dal nostro quartiere per mostrarvi quello che succede dalle altre parti della città che sono state raggiunte dallo stesso nostro sistema di differenziata. Per la precisione siamo nel municipio XV (Arvalia Portuense) e la foto è stata pubblicata proprio ieri nell'edizione online del Corriere della Sera.

Lo scenario ci è molto familiare, compreso l'avviso messo da qualche solerte cittadino che accusa i suoi vicini di "inciviltà" attaccando "civilmente" volantini sugli alberi con doppio giro di scotch.

Chi l'ha messo magari non se ne rende conto, ma così facendo fa proprio il gioco dell'AMA, che cerca da tempo di mettere i cittadini gli uni contro gli altri, in un dividi et impera utile a nascondere le sue deficienze.

Ma ormai il disastro è troppo esteso perché si possa far finta di nulla o dare la colpa a presunti incivili, che a giudicare dai cumuli di sacchetti dell'immondizia sembrano in pochi mesi essere diventati improvvisamente da poche pecore nere la maggioranza della popolazione delle zone coinvolte.  

La realtà è che finalmente se ne parla. Sempre più spesso sui giornali leggiamo di critiche e di lamentele per lo stato in cui l'AMA ha ridotto la nostra citta, come fa anche il giornalista del Corriere che commentando la foto e quel manifestino conclude con quello di cui noi ci siamo accorti da tempo: "qualcosa non funziona..."

lunedì 14 marzo 2011

Prati e Montesacro, adesso tocca a voi...


Sembra proprio che il comune di Roma non voglia recedere dal suo sciagurato sistema di differenziata che ha già ridotto in discariche a cielo aperto alcune zone di Roma e che, anzi, voglia estenderlo "entro l'anno" addirittura a un milione di Romani.

Da un articolo apparso su Il Tempo, giornale a cui forse dedichiamo poca attenzione ma invece molto informato sull'argomento, apprendiamo di indiscrezioni sulle prossime zone che saranno interessate da questo tipo di differenziata: i quartieri Prati e Montesacro.

Se il primo è principalmente un quartiere di uffici, il secondo è invece un'altra di quelle zone popolari ad altissima densità abitativa che tanto piacciono all'AMA per imporre i suoi diktat. Ed applicare lì lo stesso il metodo che ha già dato pessimi frutti nei nostri quartieri non potrà che dare che gli stessi risultati...

giovedì 10 marzo 2011

Il ghiaccio brucia


Erba ormai secca, bruciata, sporco, buche e cartacce dappertutto. L'unico rovo rimasto presenta appena un paio di boccioli rinsecchiti e non sembra che resisterà ancora a lungo.

Su quell'aiuola in piazza San Giovanni Bosco da dicembre sino a un paio di giorni fa c'era piazzato l'ice park, quella pista di pattinaggio di cui abbiamo già detto in precedenti post.


Immaginavamo che la scelta di mettere la struttura non sul selciato ma direttamente sull'aiuola avrebbe avuto delle conseguenze. E infatti eravamo stati facili profeti di sventura...

martedì 8 marzo 2011

Presa Diretta su Parentopoli

Bella puntata di Presa Diretta, quella andata in onda domenica scorsa su Rai 3, dedicata alla parentopoli romana in AMA e in Atac.

Tutta la prima ora di trasmissione è stata dedicata all'Atac, e il quadro fatto è stato a dir poco sconfortante. Poi, per una ventina minuti, si è parlato dell'AMA e delle assunzioni per chiamata diretta di questo o quel parente, ma anche del concorso per autisti sulla cui selezione gravano da tempo moltissimi dubbi.

Oltre a questo sono anche uscite un altro paio di cosette molto interessanti. Come per esempio che il multimateriale (cassonetti bianchi e blu) arriva sì all'impianto AMA di Rocca di Cencia per essere differenziato, ma per una rottura di quell'impianto, non riparata da più di un anno, viene da lì preso, caricato su camion privati e portato a Malagrotta finendo con tutto il resto della spazzatura. Risultato: fatica del cittadino per differenziare sprecata, riutilizzo zero di quel materiale e doppia spesa per il doppio spostamento...

lunedì 7 marzo 2011

Le parenti di Alemanno


Passeggia, passeggia... T'hanno detto di metterti la pettorina di agente accertatore AMA e di farti vedere un po' in giro, vero? E magari di fare anche un paio di multe ai malcapitati di turno, perché la gente deve avere terrore dell'AMA...!

Peccato che le tue due colleghe più anziane t'abbiano lasciata presto da sola e siano andate ad inguattarsi nella panda di servizio, dove sono rimaste a chiacchierare per un bel pezzo. Cos'è, sei rimasta in strada per senso del dovere, nonnismo o perché non t'andava di sentire quelle due blaterare all'infinito chiuse in auto?

Ogni tanto vi si vede in giro, voi accertatrici AMA. Quasi tutte donne, l'espressione scocciata di chi sta pensando che la raccomandazione l'aveva chiesta per un posto in ufficio dietro una comoda scrivania, non certo per stare in strada a fare la bella statuina. E infatti basta vedere come andate vestite, trucco eccessivo, gonne strette, camicette leggere con sopra buttato un piumone ben stretto per il freddo che anche se non insopportabile comunque c'è. Addirittura mi ricordo di una di voi che se ne stava nel gelo di dicembre col tacco e le calze a rete, questo per far capire quanto vi sentiate fuori posto per strada, fra noi incivili...

venerdì 4 marzo 2011

Parentopoli, finalmente se ne parla in tv

Facciamo un piccolo promo. Domenica prossima alle 21,30 Presa Diretta, la trasmissione di quel bravissimo giornalista che è Riccardo Iacona, si occuperà della parentopoli romana in Atac e AMA. Questa la scheda della puntata presa dal sito della trasmissione:

“PARENTOPOLI”
Raffaella Pusceddu, Vincenzo Guerrizio e Elena Stramentinoli hanno ricostruito il sistema di clientele che ha portato all’assunzione di migliaia di parenti, amici e conoscenti nelle municipalizzate della capitale. Un malcostume diffuso che ha affossato i bilanci e mette in serio pericolo il funzionamento dei servizi pubblici della capitale.

In queste settimane, su questa faccenda, abbiamo letto molti articoli sui giornali (quasi sempre però in cronaca locale), poco invece era uscito in tv e a livello nazionale. Siamo sicuri, conoscendo la rigorosità dei giornalisti che lavorano in quella trasmissione (date un'occhiata alla puntata sulla spazzatura in Campania), che la puntata sarà interessantissima e che ne vedremo delle belle.

Allora, per tutti, lo ricordiamo ancora una volta perché ne varrà sicuramente la pena, appuntamento a domenica alle 21,30 su Rai 3: Presa Diretta - Parentopoli

mercoledì 2 marzo 2011

L'AMA e i nipotini di Alemanno

Ecco, noi lo dicevamo da tempo! Qualcosa era già uscito su amici e parenti all'AMA, ma sembrava una questione limitata a "poche" decine di casi per chiamata diretta. E invece adesso viene fuori che anche fra gli interinali c'è stata la corsa a infilarci i propri cari. E se lo si è fatto vuol dire che i bene informati sapevano ben in anticipo che in barba a ogni regola quei "poveri precari" sarebbero presto stati assunti in pianta stabile.

Sì, parliamo proprio di quei ragazzi (e anche meno ragazzi) che sostano ad orari stabiliti attorno ai loro camioncini bianchi senza null'altro fare che ad aspettare che diligentemente i cittadini portino loro l'immondizia già differenziata. All'inizio di questa faccenda li abbiamo visti anche con simpatia. Erano ragazzi con contratto interinale, li pensavamo sfruttati, costretti ad accettare ogni ordine in funzione della loro pecarietà.

Già vederli all'improvviso, dopo un paio di mesi, assunti col posto fisso aveva cambiato in parte la nostra percezione su di loro. Ma ancora lo sguardo era benevolo. Si diceva, buon per loro. Se per avvantaggiare questa o quella agenzia li hanno dovuti assumere almeno qualcosa di buono rimarrà di questa marcia faccenda. E invece no, nemmeno quello...