mercoledì 23 marzo 2011

Contrordine, la testa va di nuovo nella sabbia

Sorpresina, il consiglio municipale del decimo municipio che doveva giovedì finalmente discutere della differenziata che ha ridotto il quartiere in una discarica è stato annullato, o quantomeno rimandato ad altra data non specificata.

Infatti al link sul sito del comune che avevamo indicato, al posto della discussione sull'OdG n. 20, quella appunto sulla differenziata, si legge:

Giovedì 24/03/2011 alle ore 17.00 (presso la Sala Rossa)
Ordine del Giorno n. 19:
Proposta di deliberazione avente ad oggetto: "Approvazione del calendario relativo allo svolgimento delle operazioni di voto per le elezioni degli Organi di Gestione dei Centri Anziani del Municipio Roma X – Regolamento dei centri Anziani approvato con Deliberazione dell'Assemblea Capitolina n. 28 del 13.12.2010"

Magari hanno deciso per questa volta di discutere gli OdG in ordine di presentazione (e il 19 viene prima del 20), oppure c'è stato qualche altro motivo che noi non conosciamo. Ma comunque sul loro sito, al momento, non c'è traccia di ulteriori convocazioni del consiglio per discutere quell'ordine del giorno numero 20 che ci tocca così da vicino.

Non ci resta che aspettare che lor signori si degnino finalmente di prestare attenzione alle nostre infime e insignificanti lamentele tirando su quella testa che hanno ben conficcata nella sabbia, o in quello che è...

8 commenti:

  1. sarebbe interessante essere audito da un consiglio municipale come questo, peccato che non interessi sapere della genesi dei "disservizi". Sulla stampa non è uscita UNA riga dei retroscena sulla "raccolta mista":

    http://www.ilcambiamento.it/riuso_riciclo/reportage_raccolta_differenziata_mista_roma.html

    approfitto per ringraziarvi del vostro impegno e aver preso visione e discusso articoli come quello sopra (a differenza del sistema mediatico), e anche per invitarvi a questa iniziativa:
    http://decrescitafelice.it/content/mdf-fest-roma-presenta-luniversit%C3%A0-del-saper-fare

    anche io sarò presente, e racconterò brevemente come agisce Worm snc, società creata insieme al mio socio Paolo Garelli, autore del brevetto Carretta Caretta copiato in malo modo e senza permesso a Roma...
    (è impossibile applicare due sistemi contemporaneamente su uno stesso quartiere, lasciare degli incontrollabili cassonetti per le strade e non ottenere quello che si vede al Tuscolano).
    I sistemi misti (a prescindere dal Carretta e dalla inesistente condivisione con la popolazione prima dell'avvio del nuovo sistema) non servono a niente.
    I sistemi di selezione spinta si basano sulla condivisione con la popolazione, non possono essere imposti.

    Grazie dello spazio, e del vostro impegno a tutela degli interessi del vostro quartiere. Che riusciate persino a scherzarci sopra, vedi la vignetta di Altan, denota curiosità e senso pratico. Complimenti.
    Roberto

    In generale, per valutare le varie mancanze su Roma, vedasi:
    http://www.reterifiutilazio.it/blog/wp-content/uploads/2010/01/PIATTAFORMA_RRR_2010.pdf

    RispondiElimina
  2. Grazie Roberto, diciamo che ridiamo per non piangere, per adesso...

    Avere il tuo apprezzamento, di addetto ai lavori, è per noi importante, perché è la dimostrazione di come questo blog stia affrontando in maniera corretta e senza chiusure il problema della differenziata romana.

    Devo dire che l'idea che avanzi nel criticare quanto fatto dall'AMA, quella di togliere tutti i cassonetti compresi quelli bianchi e blu, mi terrorizza pensando a quello che potrebbe succedere nel quartiere, e spero proprio che a nessuno venga in mente di proporla.

    Ma oltre che estrema (o tutto o niente) la tua idea è sicuramente più coerente del sistema ibrido messo in campo dall'AMA, che "ha fallito" alla prova dei fatti. E in una realtà di territorio meno densamente popolato e con un'urbanistica diversa può certamente funzionare.

    Quello che è importante è ribadire, come hai fatto, che un simile stravolgimento nelle abitudini dei cittadini deve essere condiviso e non imposto.

    Solo così si possono ottenere dei risultati reali e non fittizzi, come fa il comune dichiarando l'aumento complessivo della raccolta differenziata quando è sotto gli occhi di tutti che da noi, come in tutte le zone di Roma che hanno avuto la nostra stessa sventura, i cassonetti della carta e della plastica si sono riempiti di tutt'altro annullando di fatto quel tipo di raccolta.

    Continua a seguirci, a informarci e a segnalarci quello che reputi interessante (abbi pazienza se qualche volta il commento non appare subito, è un problema tutto di blogger).

    RispondiElimina
  3. ma questi signori del X dove abitano ai Parioli? non la vedono pure loro la mondezza per strada?

    RispondiElimina
  4. Ehehehehe... il maligno sospetto è venuto un po' a tutti. Anche perché i signori consiglieri, assessori e presidente del decimo si vedono davvero poco nella nostra zona. Mentre se ci abitassero potrebbe anche capitare di incontrarli qualche volta per strada e dirgliene non quattro, ma duecento di cose che non vanno.

    RispondiElimina
  5. EHI! io ci sono rimasta malissimo, mi ero pure organizzata con il lavoro e il cambio turno. QUesta storia non finirà mai.

    RispondiElimina
  6. Secondo me hanno rimandato per studiarsi il promemoria che gli ho mandato ;)

    Li ho così impegnati che non solo hanno rimandato il consiglio sine die, ma non hanno trovato nemmeno il tempo di rispondermi.

    Del resto la mail è "scrivi al municipio", non c'è scritto da nessuna parte "avrai una risposta".

    RispondiElimina
  7. se qualcuno del x municipio abitasse li, state certi, la monnezza li', nn ci sarebbe stata, come sotto casa di rutelli, per esempio, nn troverete mai nemmeno un mozziconi di sigarette...............questi politicanti del c...o, non hanno capito o fanno finta che lo stipendio glielo diamo noi...............stipendi!!!!!!!!!!!!!!!!so mutui, quello che prendono mensilmente a confronto ai nostri stipendi, sono mutui...........la monnezza??????????????si prende un furgoncino e si porta sotto casa de sti mangia pane a tradimento.............

    RispondiElimina
  8. Non c'è bisogno di prendere un furgoncino, prendiamo un sacchetto ciascuno e in tanti la portiamo dove vogliamo protestare, tanto per dire, in una delle strade più importanti della nostra Zona bloccandola. Aspettiamo inkazzati chi viene e smuovendo l'opinione pubblica con giornali e TV........chiedendo un incontro urgentissimo e soluzione prima dell'estate ;-)

    I ratti già cominciano a stropicciarsi gli occhi per banchettare.

    Molti di noi già sono pronti per farlo, spero con i fatti e non con le chiacchiere ma con tutto quel malumore che hanno dovuto amareggiati mandar giù fino ad ora.
    drogo........

    Viaflavio Stilicone indirizzo facebook

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.