martedì 29 marzo 2011

Sensazionale! Tornano i cassonetti verdi al Tuscolano Don Bosco


La foto ce l'ha appena spedita Marta ed è stata presa pochi minuti fa in via Licinio Stolone, quella stessa strada mostrata tante volte intasata dai rifiuti che continuavano ad accumularsi a causa della differenziata dell'AMA rendendo la situazione sempre più insostenibile.

Da oggi fanno il loro ritorno i cassonetti dell'indifferenziata, quantomeno in via Licinio Stolone e probabilmente anche in via Flavio Stilicone, dove Fabio ci aveva segnalato ieri sera un cartello con su scritto: DIVIETO DI SOSTA PER IL GIORNI 29 MARZO 2011 DALLE ORE 6 A FINE LAVORI PER POSIZIOPNAMENTO CASSONETTI AMA S.p.A. (gli errori di battitura non sono i suoi).

Dopo un rapido giro fra le strade del quartiere cercheremo di capire cosa sta succedendo e se quei cassonetti significano davvero che l'AMA rinuncia al suo sciagurato sistema che ha ridotto il quartiere a una discarica. A breve nuovi aggiornamenti...

UPDATE (ore 13,00) - Sono solo quattro i cassonetti verdi tornati al loro posto e tutti in via Licinio Stolone. Sono però comparsi in altri punti del quartiere i cartelli che avvisano del prossimo posizionamento di cassonetti. E' prematuro affermare che l'AMA sta rinunciando alla sua differenziata (sono soltanto una decina i punti in cui verranno rimessi i cassonetti), ma sicuramente è il segnale di un'inversione di tendenza.

2 commenti:

  1. c'è poco da festeggiare, risolvono il problema del quartiere, forse, ma la tragedia stile Napoli è dietro l'angolo per tutta la città. questa è l'ennesima sconfitta di una giunta che non sa far altro che arricchire parenti e amici ed è totalmente inadeguata in merito alle esigenze minime dei cittadini. ALEMANNO A CASA!!!

    RispondiElimina
  2. Per ora non si festeggia un bel niente.

    Innanzitutto perché quattro cassonetti sono davvero una goccia nel mare di monnezza che ci circonda. E poi perché, comunque vada a finire, a perderci saremo tutti, istituzioni e cittadini, vittime di politici che per calcolo o incompetenza hanno dimostrato una volta ancora la loro distanza siderale dai bisogni reali dei cittadini.

    Sicuramente Alemanno e la sua giunta hanno la piena responsabilità a Roma di questa situazione, ma è l'intera classe politica che sta dimostrando la sua inadeguatezza a gestire questo paese e questa città.

    Per non far torto a nessuno, dobbiamo ricordare che se Alemanno e il centrodestra hanno voluto questa fallimentare differenziata, a livello locale Medici e il centrosinistra l'hanno appoggiata e sostenuta.

    Responsabilità di livello diverso, certamente, ma sufficienti a gettare un'ombra anche su chi, a parole, dice di essere alternativo al centrodestra.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.