martedì 19 aprile 2011

Com'è andata?

Come qualcuno avrà notato, ad altri l'avevo preannunciato in privato, per alcuni giorni non ho potuto seguire il blog (ogni tanto bisogna far anche altro nella vita...).

Purtroppo, per gli stessi motivi, non ho potuto neanche partecipare, dopo averla tanto invocata, alla riunione del consiglio del X municipio sulla differenziata.

Ma so che altri che seguono questo blog avevano espresso l'intenzione di andarci e di non limitarsi solo ad assistervi, ma anche di portare lì la voce, le proteste e anche le proposte dei cittadini del nostro quartiere.

Questo spazio, nei commenti, è quindi aperto a loro perché ci dicano com'è andata e le loro personali impressioni, in modo da portare a conoscenza di più persone possibili, senza mediazioni di asettici verbali (se pure ne pubblicheranno uno) o distorioni da sentito dire, quello che si è detto in quella riunione.

Update: ho ricevuto via mail l'intervento letto dai residenti delle Vie e Piazze Storiche di Cinecittà nel corso del consiglio municipale aperto del X municipio del 19 aprile 2011 sul tema della differenziata; potete trovarlo integralmente riportato su questa pagina.

52 commenti:

  1. Stai attento drogo che il solito torrevattelapesca, il dirigente ama che stava alla riunione, t'ha preso di mira. S'è lamentato di come hai parlato di lui sul blog e ti cercava in mezzo al pubblico. Fossi in te mi guarderei bene dal farmi riconoscere

    RispondiElimina
  2. Caro drogo,
    posso confermarti che ci era rimasto un pochino male su qualche post che faceva riferimento a lui ;-)

    VP

    RispondiElimina
  3. si.........ma non lo ha detto pubblicamente, solo a qualcuno di quelli di Stilicone, la maggioranza.

    I quali gli hanno detto di rispondere sul Blog se c'era qualcosa che non andava e che avrebbe di sicuro avuto risposta a qualsiasi sua domanda, lo dico con certezza !

    Ero tra loro.

    Mauro di Via Flavio Stilicone

    RispondiElimina
  4. drogo è stato l'unico sin dall'inizio a capire come stavano andando le cose con questa scellerata differenziata al Tuscolano, diffondendo e facendo incontrare con gli stessi obiettivi ogni ideologia al fine di togliere il degrado da sotto le nostre abitazioni, con vere proposte documentate e alternative di raccolta "Monnezza" condivise e siamo sicuri che lui sà benissimo come è andata questa sera in Municipio "c'era o non c'era" !?

    Attendiamo i sviluppi tra quì a breve tempo per cercare di trovare qualche soluzione postiva per il bene di tutti prima dell'estate.

    Non mi sbilancio.............spero tanto che hanno preso in considerazione la gente vera della Zona, dove ci è nata, cresciuta e vissuta su quello che si dovrà tempestivamente fare.

    Scrivete quello che avete percepito da questo Consiglio Municipale Aperto, finalmente fatto, dopo tantissimi mesi che ci ha esasperato.

    Mi auguro che i secondo tempo di questo incontro, sempre in Municipio sia risolutivo.

    Viaflavio Stilicone

    RispondiElimina
  5. Ho cliccato su questo blog sulla bacheca di viaflavio stilicone su facebook avendo amicizia sul profilo.

    Questa sera è stata la prima volta che ho visto un vero consiglio municipale aperto.

    Si è parlato chiaro, ma non capisco perchè dovremo vederci nuovamente in municipio quando la maggioranza dei cittadini di queste vie e piazze di don bosco sono stati chiari ed espliciti con le richieste da tutti condivisi da mesi anche sul profilo di viaflavio stilicone per l'emergenza estate.

    Sarà per il fatto che il PD, dopo un lungo letargo, abbia tirato fuori un pochino di coglioni, accortosi che la gente ne aveva le palle piene dei rifiuti sotto casa e anche sotto la loro Sezione, ha presentato una mozione, ma molto da rivedere se fosse l'ultima spiaggia.

    Letta in sala rossa in politichese stretto e composta da sette otto punti al vaglio delle riflessioni.

    Vediamo un pò che esce fuori.

    Complimenti drogo per il Blog

    Nando, uno dei presenti al consiglio municipale aperto

    RispondiElimina
  6. Anch'io come Nando ho cliccato sul blog Fortezza Bastiani da un post di viaflavio stilicone.Volevo complimentarmi con te direttamente su questo Blog viaflavio stilicone.Per quello che hai detto chiaro e pratico al Consiglio Municipale Aperto a nome delle vie e piazze storiche del nostro quartiere.Grazie a tutti.
    Roberta

    RispondiElimina
  7. Io ho partecipato.
    Interessante l'Assemblea Municipale di questo pomeriggio in Municipio, era da tanto tempo che non vedevo cosi tanta gente di tutti i giorni, quella della strada, speriamo che porti a frutti buoni prima dell'estate, il primo intervento dei cittadini è stato molto determinato ed efficace ma un pò troppo letto velocemente.

    RispondiElimina
  8. Come è andata ?
    Nel complesso bene hanno visto la nostra rabbia con la trascuratezza trasmessa da loro e da noi molto percepita in questi mesi di degrado sotto i notri palazzi.
    I propositi sono stati buoni dei cittadini anche le loro richieste motivate dal prossimo caldo sia per i topi, animali vari che per le malattie.
    Speriamo che non rimangano chiacchiere ed il mese proclamato per rivederci non diventa un altro anno.

    RispondiElimina
  9. Inquietante quel primo commento...

    Cos'è, Torreti si è lamentato che ho detto che appena parla fa finire tutto in caciara? Spero questa volta sia stato più controllato delle precedenti assemblee.

    Oppure se l'è presa perché ho scritto che è "chiacchierato" per il suo passaggio dalla politica alla dirigenza AMA? Se la prenda col Corriere della Sera, è quella la fonte della notizia.

    Sicuramente starò molto attento, so bene di cosa è capace quel tipo di persone e ne diffido.

    Se però ho dato un dispiacere al Torreti ne sono ben lieto, vista l'arroganza e la protervia con cui si è posto con noi cittadini durante le assemblee pubbliche dell'AMA.

    Penso comunque che potrà consolarsi con i 30.000 euro di gratifica natalizia dati a tutti i dirigenti della municipalizzata per il loro eccelso lavoro, alla faccia nostra che li abbiamo sborsati per tenere la nostra città pulita.

    RispondiElimina
  10. Sento trasparire dai commenti un certo ottimismo. Segno che se pure non si sono avute risposte sull'immediato si è riusciti comunque ad esporre le proprie ragioni e queste non sono state contestate.

    Il fatto che, a quanto ho capito, alla riunione ci fossero solo "tecnici" dell'AMA mi fa pensare che nessuna proposta che mettesse in discussione l'attuale sistema dei camioncini sia stata presa in considerazione.

    Per esempio, quale è stata la risposta, sia da parte dei consiglieri che dei tecnici, alla proposta di mettere i cassonetti dell'umido?

    Altra domanda, si è scoperto il mistero dei cassonetti verdi ricomparsi e se ne verranno messi altri o tolti quelli che ci stanno?

    Sempre continuando a fare domande a quelli che c'erano e scusandomi tanto per non essere riuscito ad essere con loro, dalla riunione il consiglio è uscito con qualcosa di approvato? E se sì, a larghe linee, che cosa vi si diceva?

    In attesa delle risposte, che sono sicuro arriveranno, complimenti a tutti quelli che sono andati alla riunione e hanno dimostrato che noi cittadini non siamo indifferenti, apatici o addirittura incivili, come piace pensare a loro signori.

    RispondiElimina
  11. Buongiornoooooo a tutti.

    Ciao drogo e complimenti per il blog ieri ci ho mandato i miei genitori, sarebbero venuti lo stesso comunuqe sia in Municipio. mi dispiace che non sono venuta però mi hanno detto che i cittadini di questo territorio con un documento comune si sono fatti sentire tanto da chiedere il consiglio municipale un nuovo incontro per cercare di trovare una concreta soluzione per le vie più affollate.

    bravi tutti Marina nun ja famo più

    RispondiElimina
  12. Sono presente come sempre nei consigli municipali aperti di cosi allarme sociale, però devo dire che mi è sembrato più che il funzionario dell'ama volesse rimettere i secchioni anche nuovi sulle vie affollate, vista l'affluenza notevole di gente incazzata che le stesse istituzioni.
    Questo è un mio punto di vista, devo dire che il tema è davvero molto sentito nella nostra zona composta da persone perbene e non di persone incivili.
    Vediamo in questo mese cosa faranno.
    Vista la carica e l'entusiasmo dimostrato ieri che non stiamo giocando penso che sarà positivo vista anche l'estate in arrivo che porterà se non si trovano soluzioni un puzzo teribile e probabili malattie.

    Ciao

    RispondiElimina
  13. drogo sei più conosciuto tu su questo problema che stiamo cercando di risolvere che Carlo in Francia...............in positivo ;-)

    RispondiElimina
  14. ho baypassato sul profilo di viaflavio stilicone, grande relazione quella fatta dai cittadini delle vie e piazze di cinecittà coinvolti in questo casino della MONNEZZA.
    Complimenti, condivido e quoto con il massimo punteggio persino con una lode !
    In poche parole mi rispecchio in tutto quello che è stato detto.
    Voglio ringraziare anche di avermi fatto tuffare in questo esplicito e concreto blog.

    Gregorio

    RispondiElimina
  15. innanzi tutto ci dispiace drogo della tua assenza in quel solo momento (Consiglio Municipale Aperto) sui problemi quotidiani che viviamo per l'immondizia sul territorio che tu illustri bene da moltissimo tempo, sebbene è come se ci fossi stato.
    Devo complimentarmi anche con quelli che sono stati i più pratici stando vicino di più alla gente tutti i giorni e proprio quelli che sono intervenuti per primi.
    La relazione che hai pubblicato infatti è stata la prima e credetemi quella più concreta e reale del volere di noi cittadini.Devo dire che cè qualcosa nel commento di condiviso in alcuni post di questo blog.
    aspettiamo con le molle questo mese e sono d'accordo al 100% con questa audace trascrizione della relazione letta apertamente al Consiglio Municipale.

    Un cittadino di Via Scribonio Curione che si onora di essere stato rappresentato in quella circostanza da questa relazione come cittadino di Vie e Piazze Storiche di Cinecittà

    RispondiElimina
  16. Una domanda, ma l'ho sentito solo io quello dell'ama dire che hanno rimesso 60 cassonetti verdi? Perché a me non mi pare proprio.

    RispondiElimina
  17. E' vero io veramente ho sentito che ne hanno messi un pò ma non ho capito bene quanti dalle sue labbra.
    Infatti, gli è stato replicato prontamente che è come se non ci sono a prescindere insuficentissimi ma molto molto sgangherati e bruciacchiati con scritte suggestive, del tipo viva la fica in grandi caratteri con scritta rossa, l'unico che hanno messo a via flavio stilicone tra marco fulvio nobiliore e calpurnio fiamma.
    Ti ho detto tutto........ieri siete stati grandi siamo con voi ho letto la relazione grazie a drogo ed il suo blog.

    RispondiElimina
  18. La cosa patetica, è stata quando quelli del PD,nonostante avessero sentito la vera voce della gente con la relazione unitaria spiattellata ad urto nel Consiglio Municipale da parte di tutti i cittadini delle Vie e Piazze Storiche di Cinecittà,proponevano una mozione, firmata anche da chi non si aspettetavamo che la firmasse, suddivisa in 8 punti ed 1 o 2 aggiunti dall'opposizione.

    Come se i giochetti per questa gestione insostenibile, erano stati fatti prima di questo incontro e non avessero capito ancora nulla di quello che vuole e pretende la gente con i soldi che paga per l'immondizia assai salati.

    Poichè, il Funzionario dell'AMA, Sig Torreti sembrava di aver percepito l'esigenza del riposizionamento dei secchioni neri o verdi per la non riciclabile e scarti alimentari dove il bacino della utenza era maggiore.

    Questa mozione fatta in sordina, sarebbe davvero una bella favola e condivisa da tutti in un territorio dove si è circondati da caprette, verde, casette e giardini ma non nella nostra Zona fatta di Palazzoni.

    PS: io c'ero ieri sera e mi associo a quanto detto da tutti voi per le varie problematiche che stiamo subendo riferite con la prima documentazione postata persino nel blog.

    PS 2 : rimango dell'impressione che solo il Municipio (diversi consiglieri da noi eletti) non vuole che si mettano i benedetti secchioni della non riciclabile e scarti alimentari e non quelli dell'AMA a tutti i costi.

    Ripeto io c'ero !

    RispondiElimina
  19. Anzi, questo Signore con le veci dell'AMA valutava la possibilità di farli svuotare due volte al giorno come richiesto con positività.
    A parole è okkei.............vediamo i fatti !?

    RispondiElimina
  20. Caro drogo non è stato approvato nulla.
    La cosa positiva è che la maggioranza politica del Municipio ha promesso e si è impegnata con i cittadini a convocarli entro un mese dalla data di ieri con la speranza di arrivare a delle conclusioni condivise.
    Lo spero tanto, poichè se non è così, non hanno capito o non capiscono nulla del problema monnezza che afflige questo territorio, complimenti agli amici della mozione che è stata inserita integralmente nel blog.

    VP

    RispondiElimina
  21. Basta con le supercazzole dell'AMA. Fatti, non parole.

    RispondiElimina
  22. Alcuni punti da evidenziare riguardo al Consiglio Municipale di ieri.
    1. Un Consigliere del PdL ha detto che il loro Gruppo ha presentato tre interrogazioni al Presidente Medici ed all'Assessore Perifano a settembre e novembre 2010 e a febbraio 2011 per chiedere di venire in Consiglio a spiegare che cosa stava succedendo nel Quartiere Don Bosco viste le proteste della gente ma che nessuno si e' mai degnato neanche di rispondere.
    2. Il Presidente Medici ha esordito dicendo che "siamo un po' zozzoni" e che non si tornera' mai indietro, appoggiando la mozione fatta dal PD che non ha interpellato i cittadini delle vie e delle piazze storiche di Cinecitta'e che non parla di rimettere i cassonetti verdi ma anzi vogliono mettere i contenitori con la monnezza dentro i portoni ( cosi' i sorci fanno meno strada per entrare dentro le nostre case)
    3. Torreti dell'AMA ha detto che sono disponibili ad ascoltare le proposte di noi cittadini e a potenziare il numero dei cassonetti verdi per le strade, la frequenza dei passaggi per svuotare i cassonetti anche a far passare i mezzi mobili il pomeriggio ma e' il Municipio che deve fare le piazzole di sosta fisse. Non sapeva della situazione dei non vedenti e dell'edificio Sant'Alessio e la dice tutta su quanto il Municipio si preoccupi di avvertire delle criticita' sul territorio, neanche quando si parla di diversamente abili.
    Torreti ha detto anche che la gente delle piazze e delle vie storiche di Cinecitta' e' molto disponibile e disciplinata perche' i risultati sono ottimi fin'ora ( nel senso di percentuale di differenziata fatta)
    Qualche Consigliere (di centro destra e di centro sinistra) non ha perso occasione per sbomballarci con discorsi che non c'entravano niente tipo quant'e' bello riciciclare e il mondo sarebbe migliore e tutti vivremo piu' felici naturalmente non abitano dove abitiamo noi quindi hanno tutto il tempo di pensare alla teoria e non alla pratica. Un altro si e' preoccupato di segnalare i problemi delle zone extra raccordo visto che lui abita li' e li' prende i voti qui non lo conosce nessuno la prossima volta organizzati un consiglio per la tua gente ed il tuo quartiere che a noi di Morena con tutto il rispetto non ce ne puo' fregare di meno.
    Bel discorso ieri, complimenti all'oratore che nei toni e nelle parole e' arrivato dritto al problema.

    HB

    RispondiElimina
  23. Io ho fatto marcia indietro.............pensavo che facendo la differenziata cosi imposta a suon di sacrifici avrei fatto ancor dippiù il mio dovere civico esemplare e lodevole.

    Ma non è così, addirittura non abbiamo impianti per lavorare la differenziata, leggendo questo blog apro un pochino gli occhi e vedo il seguente post,scoprendo intanto, che: la differenziata che stiamo producendo con tutti i sacrifici imposti, andrà solo in minima parte nell'impianto di Maccarese, che è già oltre il limite delle sue capacità, mentre invece la maggior parte finirà dalle parti di Padova, dove un'altra società, la SESA, si occuperà di trasformare i nostri rifiuti in fertilizzante, oppure li brucerà per produrre energia elettrica, al modico costo di 130 euro alla tonnellata. E scopro anche che il comune di Roma negli ultimi due anni ha già dovuto sborsare 500.000 euro a quella società per smaltire l'eccesso di differenziata.

    Dico, ma siamo matti davvero ?

    Il Municipio deve capire che noi vogliamo differenziare il più possibile ed anche più deglia altri, infatti lo facciamo e lo facevamo molto bene prima della differenziata con i secchioni Blu e Bianchi nonostante avessimo quelli verdi (ora neri) per gli scarti alimentari e non riciclabile che hanno la maggior parte dei Municipi, anzi, l'AMA sta continuando a metterli nuovi e lì vabbene dove sono punti super affolati e non, tornando a noi eravamo e il quartiere che faceva più differenziata di Roma.

    Tolti i cassonetti siamo diventati la discarica a cielo aperto di Roma.

    Differenziamo bene quello che possiamo nei nostri casermoni rispettando i secchioni Blu e Bianchi che stavamo facendo con tanta diligenza m'aridetece anche i cassonetti verdi o neri !

    Ciliegina :

    "Esistono in regione solo due impianti per quel materiale e uno solo dell’AMA, quello di Rocca di Cencia.
    Qui si è verificata la rottura mai riparata, per cui adesso in quell’impianto si riesce a trattare solo un quarto se non addirittura un ottavo di quanto invece si trattava fino al 2009. Il paradosso è che comunque i compattatori vanno lì a sversare pur sapendo che poi bisognerà prendere e pagare camion privati per ricaricare e portare tutto a Malagrotta.

    Il perché lo fanno, nonostante i costi in più, è presto detto. Perché in questo modo i compattatori che arrivano a Rocca di Cencia vengono comunque conteggiati nelle statistiche della differenziata e permettono a qualcuno di vantare un aumento al 23% di quel tipo di raccolta.

    Cosa che non sarebbe possibile se quei rifiuti multimateriale venissero portati direttamente a Malagrotta."

    Vi rendete conto!









    Ah, il fertilizzante (o l'elettricità) prodotto da quella società con la vostra immondizia, per la cui rimozione avete lautamente pagato, "pare" resti di loro esclusiva proprietà e che quindi possono rivenderselo a chi gli pare. Persino, pensate al paradosso, a quegli stessi cittadini che gli hanno fornito la materia prima, cioè a voi.

    Fate gli impianti, eppoi fatela fare a tutta Roma non sperimentando solo il Tuscolano come cavia.

    Grande relazione degli abitanti di Cinecittà concreta e subito al sodo.

    Sembrerebbe che però le Istituzioni più vicine al Territroio non abbiano compreso bene.

    L.A.

    RispondiElimina
  24. Togliere i cassonetti o farceli togliere, quelli della non riciclabile e scarti alimentari è stata la più grande stronzata che abbiamo fatto !

    E c'è ancora qualche Consigliere del X° Municipio che dice indietro non si torna.

    Ma indietro di che.... se non siamo mai andati avanti, cretino.

    Abbiamo solo peggiorato la situazione e rovinato quella riciclabile che facevamo tanto bene con i secchioni Blu e Bianchi dove ora per colpa vostra ci si butta di tutto facendoci stare nel degrado e rovinando la stessa riciclabile che facevamo più di tutta Roma, avendo tolto l'unico sfogo emergenziale per la non riciclabile e scarti alimentari con i secchioni Verdi (obsoleti), Neri (nuovi) che hanno in altri Municipi, sarebbe ancora riparabile ed è quello che vogliamo.

    Non dite cazzate..........ma forse non vivete tra i cittadini di queste Vie e Piazze di Cinecittà.

    Tornate nuovamente a chiederci il voto, la vostra impopolarità sta sempre aumentando di più e fate perdere i stessi punti ai vostri partiti.

    In un certo senso trasmettete una tristezza infinita finti ecologisti.

    sv

    RispondiElimina
  25. Scusate ma in rete sta girando solo la fantomatica mozione dei politici del X° e non la richiesta che fanno da quasi un anno i Cittadini del Decimo:-(

    RispondiElimina
  26. Intanto grazie per i complimenti, ma questa volta li rimando al mittente, perché siete stati voi ad attivarvi e a presentarvi in massa a quella riunione riuscendo a far sentire la vostra e anche la mia voce. Quindi, grazie a voi per il vostro impegno.

    Se avessimo politici intelligenti coglierebbero al volo questa opportunità instaurando un dialogo con chi davvero rappresenta il sentire dei cittadini.

    Lo faranno? O continueranno a riconoscere come interlocutori solo comitati di facciata a rappresentanza zero? Vedremo...

    Nel frattempo cercate di segnalare nei commenti a questo post qualsiasi cosa vi venga in mente si sia detto o sia successa nella riunione di ieri di inerente alla differenziata. Non tanto per informare me, ma quanto perché RIMANGA MEMORIA degli impegni presi dall'AMA e dal municipio, che per ora, mi sembra di capire, si limitano a rivedersi fra un mese, ma che nello specifico non mettono in discussione il metodo dei camioncini, nemmeno per una vaga promessa di mettere turni pomeridiani, tantomeno prendono in considerazione la proposta dei cassonetti dell'umido.

    In quanto ai cassonetti verdi se Torreti ha davvero detto che ne sono stati rimessi 60 ha detto una gran stronzata.

    Ne saranno stati messi una ventina in tutto, compreso l'ultimo che è comparso da qualche giorno in piazza Quinto Curzio. Ma d'altronde ci ha abituato a queste affermazioni. Chi se la ricorda a luglio la sua promessa di mettere i cestoni da usare anche per le deiezioni canine? Qualcuno li ha visti?

    RispondiElimina
  27. Confermo, ha propio detto 60 cassonetti. L'ha detto tre volte pure alzando la voce per rispondere a una signora che baccagliava che non s'erano mai visti.

    RispondiElimina
  28. Buongiorno a tutti buongiorno Drogo.

    Scandaloso, dovremmo essere invasi da cestini per le cagate dei cani in tutte le Vie.

    Ci può stare.

    Ma non è più logico cari amici di questo blog posizionare dei cassonetti Verdi o Neri per la non riciclabile e per gli scarti alimentari cosi almeno si continua a buttarla la cacca dei cani sicuramente in quei raccoglitori.

    Incredibile ma vero, stanno aumentando talmente tanto queste cacche, con questo nuovo tipo di raccolta differenziata (a prescindere le montagne di monnezza) che ci possiamo fare gli slalom e non poche volte i nostri genitori o i nostri bimbi ne pestano qualcuna, anche noi stessi :-(

    Da una parte sarebbe buono se uno la raccogliesse, tutto sommato la maggior parte degli amici che hanno un cane lo fanno, non sò se lo stanno facendo ancora oggi , visto che si dovrebbero portare gli escrementi dei loro cani a casa, per conservarli, eppoi aspettare il giorno dopo che arrivi il punto mobile dell'AMA.

    E' vero Drogo, il Sig. Torreti anche al consiglio municipale aperto di ierilaltro 19 aprile ha detto: non vi preoccupate metteremo più cestoni per la cacca dei cani.

    Ma per farci cosa ?

    Vogliamo che ritornino nelle nostre Vie e Piazze abitatissime i secchioni per la non riciclabile e gli scarti alimentari ................è questo il volere della stragrande maggioranza dei Cittadini di Cinecittà, tra l'altro non si collocherebbero nemmeno più questi cestoni fantasma della cacca.

    Basta il fallimento è stato totale !

    Faremo quella differenziata come la stavamo facendo prima, con i secchioni Blu e Bianchi ma con vicino quelli della non riciclabile e scarti alimentari.

    RispondiElimina
  29. Sugli escrementi dei cani non vorrei aprire un dibattito ma devo contraddire. Scusate, non me lo riesco a tenere: gli escremeti li vedo regolarmente raccogliere e regolarmente gettare nel primo cassonetto che si trava: bianco, verde, blu. il tutto con molta spavalderia della serie "tanto chi mi controlla". Poi magari siete in molti a non fare così. Per quel nulla che ha funzionato, la differenziata ha certamente evidenziato questo comportamento. Non vi ci arrabbiate, per favore.

    RispondiElimina
  30. E chi si arrabbia !

    Aprilo il dibattito che fa piacere, senza che qualcuno spari kazzate e sappia confrontarsi anche con soluzioni.

    Secondo te è giusto che se la portano a casa la cacca bella fumante, la coservano insieme alle altre cose non riciclabili e scarti alimentari e aspettano il giorno dopo per buttarlo sul furgoncino ?

    O è meglio che posizionano quelli verdi o neri come tutti vogliono,per buttarcela regolarmente?


    Daltronde come si faceva prima !

    E tutti filava bene.

    Anonimo la tua proposta invece qual'è e che faresti tu ?

    Ti faccio un esempio che è quello che ha dato drogo su un suo posto molto soddisfacente secondo il mio punto di vista e ti riguarda molto da vicino proprio a te.

    ESEMPIO :

    porto l'esempio di quei paesi attraversati da strade provinciali che hanno istituito limiti di velocità ridicoli in alcuni punti, e con un autovelox seminascosto e rimpinguano le casse dei loro comuni sulla pelle degli inconsapevoli automobilisti.

    Sistema simile a quello adottato da altri comuni, in cui hanno accorciato il tempo del giallo dei semafori collegandoli a un sistema di telecamere per le multe. Fra l'altro, creando un potenziale pericolo, perché un giallo più breve accorcia anche i tempi di reazione necessari da parte dell'automobilista mettendolo a rischio di incidenti.

    Caro Anonimo se prendessi una multa in questo modo la considereresti giusta? E soprattutto ti considereresti un pessimo cittadino per averla presa?

    Ecco, l'AMA ha fatto esattamente uguale a quei "furbi" amministratori, accorciando il tempo di conferimento dei rifiuti e allungando la distanza da percorrere per farlo, oltre a come farlo.

    Ma allo stesso modo dell'esempio dell'autovelox e del semaforo senza giallo io non riesco a considerare quelle multe giuste, e soprattutto, soprattutto, soprattutto... (detto tre volte perché sia ben chiaro) mai chiamerei i miei concittadini incivili per essere stati multati dall'AMA per una situazione in cui ci ha messo la stessa municipalizzata.


    Ciao. Sono uno di quelli che vuole i cassonetti neri che sono negli altri Municpi di Roma per la non riciclabile e scarti alimentari di Don Bosco.

    RispondiElimina
  31. Caro anonimo i secchioni verdi o neri sono anche per la cacca.

    Probabilmente non hai letto bene il post precedente al tuo.

    Comunque sarebbe bello sapere, dove quelli che hanno i cani attualmente dovrebbero buttare la caca dei loro cani avendo tolto i secchioni verdi dalle nostre strade che servivono per gli scarti alimentari e le non riciclabile ?

    Per questo e per tante altre situazioni in genere, sono daccordissimo al posizionamento dei secchioni nuovi neri vicino a quelli di colore Bianco e Blu per la riciclabile

    Grazie

    Cerca di dire la tua, sono tutteorecchie.

    RispondiElimina
  32. ESEMPIO A DIR POCO GENIALE |

    RispondiElimina
  33. A Marconi, dove stiamo messi come nel vostro quartiere (100% dei cassonetti portati via da settembre scorso), a una signora AMA ha risposto che si deve portare la cacca a casa e consegnarla con l'organico.
    Da quando c'è questo tipo di differenziata ci sono dei marcipiedi ( in genere quelle senza serrande dei negozi) che sono dei veri e propri campi minati costellate di merda di cane.
    Dobbiamo fare qualcosa noi, perchè a quanto pare ad AMA non gliene frega assolutamente niente, anzi, è probabile che con questa storia ci guadagni se è disposta a cancellare il suo primo obiettivo che sarebbe di tenere Roma pulita.

    RispondiElimina
  34. Francesco, io sono arrivato ad un punto e sono in disaccordo con quel cretino dell'ama di dar certe risposte a persone anziane, cui l'unico vero amico che gli rimane è proprio il cane amico fidatissimo a quattro zampe.

    La cacca si deve raccogliere e gettarla nel secchione non riciclabile e scarti alimentari, proprio i quei secchioni che a Marcioni e a Don Bosco hanno tolto chissà perchè con tanta fretta.

    L'ESEMPIO postato sulle multe "eccellente" descrive la realtà di che cosa hanno fatto e voluto fare con tanta incuranza nei due Quadranti tra i più popolari di Roma, Parte di Cinecittà e Marconi, togliendo quei rimpianti cassonetti da tutta la popolazione della non riciclabile e scarti alimentari di colore verde ora neri.

    Insomma, io vorrei capire, perchè mi sta sorgendo un dubbio, ma è l'AMA che non li vuole posizionare o i referenti politici che abbiamo votato dei Municipi, che non li vogliono posizionare, sbandierando falsamente la bandiera ecologista dove non centra nulla, poichè chissà dove abitano.

    Vedi Francesco, tutti i cittadini amano il verde me compreso, e nei loro cuori c'è sempre la volontà di lasciare un mondo migliore ai propri figli o nipoti facendo la differenziata ma laddove la si può fare o mettere i cittadini in condizioni di farla.

    Il primo passo è fare l'impianti per lavorarla l'immondizia, non al contrario, è come se tu vuoi cavalcare in una verde prateria con un quadrupede, comprando prima la sella eppoi il cavallo.

    VP

    RispondiElimina
  35. Sulla questione deiezioni canine nei cassonetti bianchi e blu che poneva l'anonimo commentatore: io personalmente penso che fanno bene quelle persone a liberarsene in quella maniera.

    I cestoni promessi si contano col contagocce e sono in due o tre punti in tutto. I cestini buttacarte, anche quelli pochi, non sono adatti e comunque sono sempre strapieni.

    Se poi aggiungiamo che igienicamente parlando non è proprio una gran cosa mettere in una piazza dove giocano bambini cestoni sia per le carte del gelato che per la cacca del proprio cane il quadro è completo.

    Se non si vogliono le cacche dei cani per strada, ma nemmeno si vuole facilitare il cittadino nel raccoglierle e gettarle tanto valeva fare un'ordinanza per vietare di possedere cani del tutto.

    Rendiamoci conto di quello che abbiamo attorno e che col caldo ormai vicino è meglio, oltre alle cacche dei cani, gettare nei cassonetti blu e bianchi anche quei sacchetti che non riusciamo a portare ai camioncini.

    Lo dico perché ormai l'emergenza è conclamata. Meglio lì dentro che per strada ad attirare topi, piccioni e scarafaggi. E se ai signori di AMA non va bene che rimettessero i cassonetti, visto che sono stati loro a metterci in questa situazione.

    RispondiElimina
  36. Salve a tutti,
    condivido con drogo, anche perchè sarebbe molto anomalo aspettare che si riempissero di cacca quei pochi cestoni che dicono di esserci e di metterne ancora, per svuotarli..........carichi di merda, dove si buttano cartacce,avanzi gelati, pizza, fazzolettini etc.etc.

    aridatece i cassonetti !

    S.B.

    RispondiElimina
  37. Vengo da un profilo dove è stato postato questo blog.
    Relazione dei Cittadini del Territorio fantastica.
    Voglio aggiungere solo una cosa, non smettete mai di dire ciò che avete detto incazzati seppur frettolosamente al Consiglio Munipale Aperto, perchè siamo con voi.

    RispondiElimina
  38. Notiziona quella di trovare una soluzione prima dell'estate.

    Conterò i giorni.

    Sarebbe davvero grandioso quello di mettere i secchioni nuovi Neri (ora li vogliono tutti), gli stessi che si vedono nei Municipi limitrofi belli e nuovi, vicino a quelli della riciclabile bianchi e blu.

    Il nostro Territorio è già stato troppo vilipeso.

    Molta gente non si era accorta del problema che poteva insorgere, togliendo i cassonetti per la non differenziata, vicino a quelli della differenziata.

    Io ero una di loro, ne ho pagato lo scotto, avete ragione, il paradosso: ho sempre votato più verde dei verdi, avevo abboccato alla grande, diventando complice di questo schifo.

    Ma io non abito in un paesetto o zone di roma con casine a due piani massimo 3 piani e con giardini, abito in una delle Vie di Don Bosco, quindi, in un paese, di una cittadina dentro una città ; chi vuol capir capisca.

    Conterò i giorni.

    Seguirò partecipando le Vs. richieste giuste e sacrosante.

    Ho letto la relazione, buona.

    Martina

    RispondiElimina
  39. com'è andata...? hanno "cercato" di dare voce ai cittadini facendo parlare solo 3 o 4 di noi ma eravamo talmente incavolati che il tempo ce lo siamo presi da soli!!
    faccio i complimenti al nostro rappresentante di Vie e Piazze Storiche di Cinecittà per aver con soli 3 minuti esposto la nostra rabbia con compostezza e chiarezza!!!

    devo dire che più che ottimismo caro drogo siamo armati di tanta speranza..perchè il Sig Torreti non è che sia stato tanto propenso ad accettare a pieno le nostre richieste..bocciati i cassonetti dell'umido davanti i portoni (dice che li riempiremmo di tutto!! bella considerazione) l'unica cosa che ci ha concesso di prendere in considerazione è che si possono attivare per mettere piazzole fisse per i camioncini con orari più flessibili...come se i nostri anziani e disabili non dovessero fare lo stesso i metri che li separano dalle piazzole!!

    il Sig.Torreti si è riempito la bocca di cose che l'AMA ha già fatto....ma quali? visto che nella cacca ci siamo rimasti? e alla mia domanda " ma cosa volete fare da domani mattina???" imbarazzo totale!
    alcuni consiglieri non hanno perso occasione di fare comizi politici ma i cittadini prontamente si sono fatti sentire cercando di riportare il discorso sul problema attuale e cioè le nostre vie!!! non ce ne importa nulla(o almeno in parte) del perchè la differenziata è motivo di tira e molla tra destra e sinistra rivogliamo le nostre vie pulite!!!!! dovremmo rivederci tra un mese....ma temo che sarà molto di più...

    un consigliere ha esordito dicendoci "se sapete aprire internet andate a vedere...bla bla bla" caro consigliere le diciamo che non solo sappiamo aprirlo interet ma sappiamo anche usarlo e che tutti insieme grazie a questo strumento vi faremo vedere i sorci verdi se non ci ripulite le strade!!!!!!

    roberta via flavio stilicone

    RispondiElimina
  40. Daje Roberta :-)

    Sempre determinata al punto giusto, come lo hai fatto al Consiglio Municipale Aperto il 19 aprile, non credevo comunque che eri capace di attaccarti con una Consigliera fino al punto di farla venire da te e di chiarirsi per la cazzata che aveva detto rivolta a tutti noi.

    Pensavano di parlare alle loro pecore!

    Hanno toppato e lo sanno bene, noi non ci piegheremo e non siamo il loro gregge!

    Ancora non hanno capito che ci devono riposizionare almeno da noi i secchioni neri per la non differenziata vicino a quelli della differenziata blu e bianchi !

    Alessio

    RispondiElimina
  41. Grazie Roberta, utile riassunto, specie quando dici che la risposta dell'AMA ai cassonetti dell'umido è stata che non li mettono perché ci metteremmo di tutto.

    Questa della sfiducia delle istituzioni verso i cittadini è l'ennesima conferma di come ci vedono: dei sudditi a cui dare ordini.

    E' lo stesso motivo per cui fanno i cassonetti blu con quelle minuscole aperture che ti costringono ad infilare una bottiglia alla volta facendoti perdere un sacco di tempo. Non si fidano di noi incivili cittadini.

    Ma visto che non si fidano... potrebbero fare lo stesso con i cassonetti dell'umido rendendo un pelino più difficile il conferimento. Così chi proprio non gli va butta facile nel secchione dell'indifferenziato e chi invece vuole impegnarsi fa quel gesto in più per buttare l'umido al posto giusto. In questo modo la raccolta dell'umido sarebbe comunque assicurata e non "inquinata", senza costrizioni di orari e di camminate obbligate da parte del cittadino.

    RispondiElimina
  42. "Questa della sfiducia delle istituzioni verso i cittadini è l'ennesima conferma di come ci vedono: dei sudditi a cui dare ordini."

    E la sfiducia nei confronti delle istituzioni come si chiama?

    Anarchia, mi pare.

    Forse la soluzione sta nella collaborazione tra utenti e operai, come dice un operatore AMA al Messaggero.

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=146851&sez=HOME_ROMA

    RispondiElimina
  43. E rispondiamo pure all'ennesima provocazione di Les...

    Cominciamo col dire che intanto usi la parola anarchia come fosse un insulto (e questa la dice lunga sulla tua mentalità). Forse era più appropriato se scrivevi caos, caro Les, cosa ben diversa dall'anarchia.

    Poi, la sfiducia di cui parli non è contro le istituzioni, ma contro chi quelle istituzioni le governa, considerati da noi (in virtù di innumerevoli prove controprove ed esperienze) incapaci, inetti, approfittatori e pure ladri spesso e volentieri.

    Per venire all'articolo che citi, quello che viene fuori dalla testimonianza dell'operatore ama è che questo sistema "non funziona" da nessuna parte. E una cosa che non funziona la si cambia, non si pretende che i cittadini se la tengano così com'è.

    Ma quell'operatore che parla dell'inciviltà dei romani dice anche di essere in ama da un anno e mezzo. E allora io ti chiedo: con quale concorso è entrato? Un altro di quelli ad assunzione diretta con data di assunzione retrodatata per scavalcare la legge Brunetta?

    Io verificherei prima da quale pulpito viene la predica, perché da uno che si è trovato il posto fisso per amicizia, parentela o consorteria politica non intendo prendere nessuna lezione di civiltà, così come non intendo prenderla dai suoi dirigenti (lì per gli stessi motivi) che si danno gratifiche da 30.000 euro.

    RispondiElimina
  44. >Forse la soluzione sta nella collaborazione
    >tra utenti e operai, come dice un operatore
    >AMA al Messaggero.
    >http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=146851&sez=HOME_ROMA

    Qui viene pubblicata una lettera di risposta:

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=146979&sez=HOME_ROMA

    RispondiElimina
  45. Ed un'altra ancora:

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=146900&sez=HOME_ROMA

    RispondiElimina
  46. Grazie delle segnalazioni Laura,

    è molto divertente quello che scrive una certa Bruna, che lamentandosi dell'inciviltà dei suoi concittadini propone di:

    istituire una carta magnetica a punti come nei supermercati (le signore sono molto pratiche delle vecchie raccolte punti) e dotare gli operatori della raccolta dell'umido di un Pos da strisciare ogni volta che porti un sacchetto di spazzatura maturando punti che possono portare ad uno sconto finale sulla bolletta della spazzatura. Incentiverebbe e di molto la consegna spontanea.

    Cioè, secondo il suo sistema, più monnezza produci e più vieni premiato. Ha proprio capito tutto la signora...

    Prima che qualcuno se ne esca con l'ipotesi opposta, cioè paghi solo per quello che consegni, questo sistema funziona "maluccio" da altre parti d'Europa (vedi Belgio), ma comunque viene applicato solo e soltanto nei piccoli centri, mai e poi mai in una grande città.

    RispondiElimina
  47. drogo buonasera,

    la sig.ra Laura si lamenta dei suoi concittadini ?

    Allora già l'AMA ha vinto con il contributo della Sig.ra Laura una battaglia.

    Ma non la guerra ;-)


    Un classico che fino a poco tempo fa serpeggiava in maggioranza tra i cittadini del Tuscolano influenzati da forze esterne e dicerie politiche...........menomale che a forza di sbatterci le corna e riflessioni varie con dibattiti concreti la rotta è cambiata.


    Infatti, invece di remare insieme, la Sig.ra Laura con i suoi concittadini, cerca di buttarli dalla barca....... gli stessi che remano con lei per un altra, probabile, migliore e possibile soluzione :-(

    E brava la cittadina modello !

    Robba da matti :-D

    RispondiElimina
  48. Les..............
    Anarchia è qualcosa di talmente grandioso che non ha parole per descriversi !

    "Il governo sull'uomo da parte dell'uomo è la schiavitù"

    Caos, come dice drogo, era migliore da utilizzare in quella circostanza.

    ciao

    RispondiElimina
  49. No no, ti correggo subito prima che sorgano fraintendimenti, perché non è la nostra amica Laura a lamentarsi dei cittadini, ma una certa Bruna su una lettera al Messaggero che Laura ci ha linkato insieme ad altre e che io ho citato.

    E in quanto all'anarchia, ottima citazione. Impossibile da non condividere per chiunque creda che gli uomini nascono liberi.

    RispondiElimina
  50. Scusa Laura !

    Avevo associato la battutina di drogo con la stessa persona, tale Bruna.

    Scusami ancora sebbene ad una certa sò cotto e forse perdonabile :-)

    drogo :-D

    RispondiElimina
  51. Sono stato superficiale tanto da non aprire nemmeno i link e postare........chiedo nuovamente scusa ;-)

    RispondiElimina
  52. Caro "anonimo", tutto ok. Io la coscienza ce l'ho a posto, figurati. No, non sto assolutamente dalla parte dell'AMA, soprattutto con questo metodo di raccolta idiota, e non ce l'ho con i miei concittadini, anche se personalmente non ho mai abbandonato un sacchetto. Volente o nolente, ritengo di essere una cittadina modello. E, nel mio piccolo, sto cercando di essere utile, insieme ad altre persone, alla ricognizione e all'analisi del problema nel mio quartiere di Marconi.

    Scuse accettate, ma non cadiamo nella trappola in cui vogliono farci finire: e cioe', mettere i cittadini gli uni contro gli altri. E' l'AMA che ha sbagliato con un metodo che non si adatta ad una citta' come Roma, e continua a sbagliare non ascoltando i nostri suggerimenti. Il nostro compito deve invece essere quello di mettere talmente in evidenza il fallimento del metodo, tanto da farli ritornare sui propri passi.

    @g.drogo: ragionevole la tua analisi sulla "raccolta punti", ma ricordi che questa e' una delle peculiarita' del metodo "Carretta caretta"? Pero' se ci pensi, avere uno sconto sulle tasse in base alla produzione di rifiuti potrebbe invogliare un cittadino, anche se ritengo che l'obiettivo piu' corretto da raggiungere sarebbe quello di produrre meno rifiuti, invece di fare una gara a chi ne fa di piu'.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.