martedì 12 aprile 2011

Marconi chiama: il popolo dei sommersi di mondezza


(Francesco, che vive nel quartiere Marconi dove è in vigore lo stesso nostro sistema di differenziata, ci ha inviato delle foto e un breve testo che, come si dice in queste occasioni, volentieri pubblichiamo)

Da bambino mi avevano insegnato che l'obiettivo dell'AMA era tenere pulita Roma, ora gli obiettivi dell'AMA sembrano altri, non si capisce bene quali.

A Marconi, come al Tuscolano Don Bosco, da settembre 2010, nell'area racchiusa tra piazza della Radio e Ponte Marconi, sono spariti il 100% dei cassonetti, sono rimasti solo quelli per carta e plastica. Per gettare l'umido e le plasticaccie indifferenziabili, ci sono dei punti di raccolta, durante la mattina. Dicevano che doveva essere una sperimentazione, mi puzzava molto, e infatti puzzava de mondezza!

Risultato dopo 6 mesi? Mucchi di mondezza di tutti i generi, gettati sia nei cassonetti della plastica, sia in quelli della carta, e soprattutto mucchi di buste di mondezza intorno ai cassonetti, a formare montarozzi stile Napoli, o masse informi, arte moderna radioattiva. Appena si alza uno di vento, da questi montarozzi si alzano cartacce, plastiche varie che vengono sparse qui e là...


AMA a dicembre ha detto che la sperimentazione è finita, ora si tratta del metodo effettivo di raccolta differenziata. Ah!

Cosa doveva accadere per AMA per dichiarare questa sperimentazione fallita? per AMA? Forse doveva scapparci il morto? Ma non è finita qui.

Le cacche dei cani.
Le cacche dei cani si sono moltiplicate, una volta erano 1000, ora sono 3500 cacche sparse sui marciapiedi, di tutti i tipi, da quelle dure e secche e quelle mosce e scivolose. Non vi piacciono i particolari? Figurati a me, che ho il marciapiede della scuola dei miei figli pieno, anzi, strapieno di cacche! Ai proprietari dei cani che hanno chiesto dove buttarla, AMA ha risposto di portarla a casa e darla via con l'umido il giorno dopo nei punti raccolta.

Dopo questo bel quadretto, secondo voi AMA è interessata a tenere pulito…o cos'altro?


AMA dice che sono i cittadini a essere incivili. Davvero AMA pensava che non esistessero gli incivili…davvero AMA pensava che vivevamo in una città rose e fiori? Vogliamo veramente credere che i vertici di AMA siano stati così ingenui e continuare a farci prendere per culo? O forse c'è disorganizzazione ? O forse non c'è comunicazione ? Menefreghismo? O forse chissà cosa ? O forse un insalata di tutte queste cose?

Di fatto i cittadini, almeno quelli che la differenziata la fanno e che sono comunque in tanti, stanno facendo il quadruplo della fatica per separare la mondezza, la portano in mano ad AMA, e AMA come ricompensa ci sommerge di mondezzai e non gliene pò fregà de meno!

Mah…quello che a noi comunque interessa, e pretendiamo visto che paghiamo le tasse, è che le vie di Roma siano pulite, e non ridotte a discariche. Cosa avremo quando farà 40°? L'invasione dei sorci? Dalle masse informi di mondezza ammucchiata cosa nascerà? Un demone radioattivo?


AMA non è intenzionata, a quanto sembra, neanche a estendere punti raccolta e orari, dice che così risparmia. E grazie.

Marconi, come il Tuscolano Don Bosco, come tutta Roma, non vuole vedere i mucchi di mondezza. Il metodo ? Se AMA ha bisogno di suggerimenti ci sono tanti cittadini disposti a dare suggerimenti…gratis, così AMA risparmierà, non si preoccupino.

Ma che ci ascoltino! Perché il problema principale è che, almeno finora, non ascoltano e pare proprio che non ne abbiano intenzione. Forse dovremo andare a sturargli le orecchie con dei mega cotton fioc, ma si meriterebbero quelli già zozzi.

Ecco dei suggerimenti, alcuni veramente semplici e veloci da applicare.
Si potrebbero mettere 4 cassonetti, umido, indiffernziabile, plastica vetro e metallo, carta.
Oppure fare come in centro, con i cassonetti neri nuovi, dove si butta sia umido che indifferenziabile.
O come San Francisco e Londra, dove la mondezzai se la separa l'AMA di San Francisco e di Londra.
Oppure senza che stiamo a complicarci la vita, che rimettessero i vecchi cassonetti verdi e a quel paese questa differenziata se il prezzo che dobbiamo pagare è avere il quartiere invaso dalle pantegane.

Ci sono altri suggerimenti ? Ne sono sicuro, i cittadini hanno ottime idee,  a voi la palla.

21 commenti:

  1. Certo che pure a Marconi state messi bene in quanto a mondezza...

    RispondiElimina
  2. la raccolta differenziata funziona in tutte le città del mondo, è un servizio che saprebbe organizzare anche un bambino, non i nostri amministratori, finchè a Roma ci sarà questa cupola la città sprofonderà sempre più verso il degrado totale

    RispondiElimina
  3. Grazie a Drogo per l'ospitalità sul suo blog.

    RispondiElimina
  4. Non so come state messi al tuscolano don bosco, visto che non ci passo praticamente mai, al massimo passo per via tuscolana.
    A Marconi stiamo messi male.
    Un quartiere con palazzi di 7-8 piani uno vicino l'altro, superpopoloso, come vuoi che andava a finire questo metodo di raccolta?
    Le scene che vedi nelle foto sono scene di tutti i giorni, quando parli con gli operatori alcuni sembrani più impauriti che impotenti, ad altri non gliene frega niente. Sicuramente i vertici dell'AMA non hanno come obiettivo quello di tenere pulito il quartiere, su questo mi pare che non sia dubbio.
    Qual'è il loro obiettivo ? Sarei curioso di sapere cosa c'è sotto, ma in fin dei conti noi dobbiamo fare in modo che il loro 1° obiettivo torni quello di tenere pulita Roma.

    RispondiElimina
  5. Francesco,
    è chiaro che passando per Via Tuscolana vedi poca "Monnezza" i Commercianti si fanno sentire ( e li stanno a sentire) ed è per questo che i palazzi ubicati fronte via Tuscolana hanno i loro secchioni, oltre a quelli della reciclabile blu e bianchi, anche quelli per la non reciclabile e scarti alimentari, quest'ultimi tolti a tutte le Vie parallele, dove ci sono montagne di Monnezza !
    Quì la notevole differenza Francesco ;-)

    Un abitante di Don Bosco

    RispondiElimina
  6. Si, si , ma avevo immaginato.
    A Viale Marconi succede praticamente lo stesso.
    Si formano anche lì i mucchietti di sacchetti, ma sono i primi a sparire.
    Nelle vie limitrofe...le discariche, come da foto.

    RispondiElimina
  7. Eppure, dopo aver constatato questo fallimento di questa differenziata in Zone così affollatissime non riesco a capire che cosa si aspetta a posizionare dei secchioni neri per la non reciclabile e scarti alimentari vicino a quelli e blu della reciclabile !

    Quelli neri svuotandoli due volte al giorno con i compattatori mattina e sera, e quelli reciclabili una volta al giorno o una volta ogni due giorni.

    Il gioco è fatto e tutto torna pulito con la nostra Roma davvero degna di esser Capitale ............. Buffoni !

    RispondiElimina
  8. E' quello che mi chiedo anche io.
    Per decretare il fallimento di questo metodo cosa deve succedere ?=
    Le montagne di mondezza devono essere alte come i palazzi?
    Devono trovare 3-4 cadaveri nella mondezza ?
    A questo punto penso che AMA abbia latri interessi, non so quali, ma di tenere pulito il quartiere Marcoini mi pare che non gliene freghi assolutamente niente.

    RispondiElimina
  9. E poi leggo di politici che chiedono l'estesione degli orari e dei punti di raccolta.
    I politici finora solo questo hanno chiesto.
    Sarebbe già qualcosa, ma AMA ha le orecchie foderate e il disco rotto. Venendo al dunque, estendere gli orari non serve quasi a nulla, c'è gente che non ha alcuna voglia di fare la differenziata, quindi non la farebbe neanche di pomeriggio.
    Le soluazioni devono essere altre, i cittadini devono essere liberati dall'incombenza di portare la mondezza ad AMA, è AMA che deve venirsela a prendere...paghiamo le tasse cazzarola !
    Metterso 3 cassonetti come in centro, 4 cassonetti, facessero come meglio credono, ma questo metodo fa pietà, come i montarozzi di monnezza che ho sottto casa.

    RispondiElimina
  10. Non è così sempre, come dice qualcuno. Certo l'AMA non può dire "va bene così", DEVE aumentare i turni, o rimette i cassonetti indifferenziata.

    Ieri a Viale Marconi, signorina si avvicina a cassonetto blu, vuoto, non riesce a infilare la busta dentro, la butta davanti.

    10 metri dopo, signora butta busta davanti a cassonetto bianco, dopo essere uscita da casa.

    Ieri sera, stessa zona, divano abbandonato davanti ai cassonetti blu-bianco.

    Io sarei contento se li multassero, forse voi no.

    RispondiElimina
  11. "Venendo al dunque, estendere gli orari non serve quasi a nulla, c'è gente che non ha alcuna voglia di fare la differenziata, quindi non la farebbe neanche di pomeriggio.
    Le soluazioni devono essere altre, i cittadini devono essere liberati dall'incombenza di portare la mondezza ad AMA, è AMA che deve venirsela a prendere...paghiamo le tasse cazzarola !"

    Ma che ce frega, ma che c'emporta...

    RispondiElimina
  12. Ciao Les,
    tu dovevi nascere Guardia ;-)
    Scherzo, ho avuto modo di leggerti in altri post.

    Hai visto bene come sono fatti i secchioni blu e bianchi ?

    Hanno dei fori molto piccoli...........a prescindere dai soliti ignoti ;-)

    Non sono mai riuscito a capire come mai sei stato sempre controtendenza, specialmente ora che si avvicina l'estate, al riposizionamento dei cassonetti (Neri) degli scarti alimentari e non reciclabile vicino a quelli blu e bianchi della reciclabile.

    Facendo rispettare all'AMA le corse per lo svuotamento, due volte al giorno mattina prima delle 10.00 e la sera dopo le 20.00 con i compattatori.

    In questo modo stai sicuro che diventerebbe accettabile.........forse meglio di come era prima di una decina di mesi fa sebbene molto molto meglio di questa sciagurata differenziata in Zone cosi tanto affollate.

    Ciao Les

    Viaflavio Stilicone contatto facebook

    RispondiElimina
  13. Les, certo, se una persona butta la mondezza fuori dai cassonetti anche io ritengo giusto che sia multata.
    Ma ritengo ancora più giusto cambiare metodo.
    Non ho capito cosa c'entra il ma che ce frega ma che ce importa.
    Ma per chi mi hai preso?
    Secondo te se non me ne fregava nulla di questa situazione avrei perso tempo a fare le foto e a scrivere un articolo ?

    RispondiElimina
  14. Les, sei venuto ad allietarci la giornata con una delle tue solite provocazioni? In genere ne sono contento perché stimolano il confronto, ma davvero di fronte all'ennesimo tuo commento sul fatto che noi cittadini romani siamo incivili trovo difficile aggiungere qualcosa a quanto già detto.

    Forse dovrei rivolgermi io a un agente accertatore dell'AMA, perché in questo momento sei tu che insozzi il blog conferendovi commenti inappropriati, indifferenziati e soprattutto stantii.

    Ti piacerebbe ricevere una multa per questo motivo o la riterresti ingiusta? Sarebbe una vera prepotenza nei tuoi confronti, vero...?

    Vedi, lo spiego più che altro a chi capitasse su questo post senza conoscere le nostre precedenti discussioni, si può rispondere benissimo alla tua provocazione portandoti l'esempio di quei paesi attraversati da strade provinciali che hanno istituito limiti di velocità ridicoli in alcuni punti, e con un autovelox seminascosto rimpinguano le casse dei loro comuni sulla pelle degli inconsapevoli automobilisti.

    Sistema simile a quello adottato da altri comuni, in cui hanno accorciato il tempo del giallo dei semafori collegandoli a un sistema di telecamere per le multe. Fra l'altro, creando un potenziale pericolo, perché un giallo più breve accorcia anche i tempi di reazione necessari da parte dell'automobilista mettendolo a rischio di incidenti.

    Se prendessi una multa in questo modo la considereresti giusta? E soprattutto ti considereresti un pessimo cittadino per averla presa?

    Ecco, l'AMA ha fatto esattamente uguale a quei "furbi" amministratori, accorciando il tempo di conferimento dei rifiuti e allungando la distanza da percorrere per farlo, oltre a come farlo.

    Ma allo stesso modo dell'esempio dell'autovelox e del semaforo senza giallo io non riesco a considerare quelle multe giuste, e soprattutto, soprattutto, soprattutto... (detto tre volte perché sia ben chiaro) mai chiamerei i miei concittadini incivili per essere stati multati dall'AMA per una situazione in cui ci ha messo la stessa municipalizzata.

    RispondiElimina
  15. Insomma se dico "multiamo quelli che buttano la monnezza per terra" sono una guardia, se dico la differenziata è organizzata male ma pure i cittadini non si comportano bene, vengo a insozzare il tuo blog. E se invece una persona, in buona fede, dice che la differenziata è inutile visto che che c'è gente che non gli va di farla e quindi aboliamola, quello sì che è un buon contributo alla discussione.

    Drogo, non esageriamo con il doppiopesismo.

    RispondiElimina
  16. Les, quando è stato scritto di abolire la differenziata ? MAI.
    Sarò più chiaro-
    Se stiamo qui è per 2 motivi:
    1. Ci piace fare la differenziata
    2. Non ci piace il metodo e le discariche in mezzo i palazzi.

    Se devo scegliere però, se continuare con questo metodo e avere un cumulo di 2 metri di mondezza davanti casa, oppure far tornare i cassonetti e non avere la mondezza davanti casa, sceglo di non avere la mondezza e , a malincuore, rinunciare alla differenziata.
    Ovviamente l'obiettivo di tutte le persone con un cervello normale è quello di fare la differenziata e non avere la mondezza.
    Chiaro ?

    RispondiElimina
  17. Ok miglioriamo il servizio e aumentiamo i turni e se la monnezza rimane, rimettiamo i cassonetti.

    RispondiElimina
  18. Sarebbe già qualcosa.
    Significherebbe che AMA inizia ad ascoltare.
    Ma ti devo già deludere in quanto AMA ha già detto che non lo farà in quanto facendo così risparmia...leggi lettera indirizzata dal pd marconi ad AMA e la risposta di AMA.
    Secondo me aumentare i turni non risolve il problema, la mondezza rimarrebbe.
    E poi non vedo perchè dovrei essere io a portare la mondezza ad AMA. Comunque lo farei se avessi la certezza di non vedere neanche un sacchetto per terra vicino ai cassonetti.

    RispondiElimina
  19. Ieri con la macchina sono passato a San giovanni, in via Magna Grecia ho potuto notare che c'erano dei nuovissimi cassonetti neri vecchio stile (nel senso che ci butti quello che ti pare) e nuovissimi cassonetti per la carta e per la plastica.
    Sono tornato la sera a casa piuttosto contrariato chiedendomi perchè , invece, nel mio quartiere, oltre ad avere cassonetti vecchi e sgangherati (comunque poco mi importa) siamo costretti a portare la mondezza all'AMA e come regalo i cumuli di sacchetti in cambio.
    Trattati da cittadini di serie B, oppure essendo un quartiere popoloso AMA ci guadagna tanto facendo incazzare solo un quartiere.
    Questa mattina non lavoravo,sono rimasto a casa con mio figlio che stava male, e guardavo fuori in balcone 3 buste della mondezza che non sono riuscito a buttare e che non riuscirò a buttare neanche oggi pomeriggio.
    E' meglio che non guardo in balcone, perchè quando guardo quella mondezza mi viene il sangue al cervello, pensando che io mi devo tenere la mondezza a casa a fermentare e negli altri quartieri mettono i cassonetti nuovi...

    RispondiElimina
  20. Francesco buonasera,
    siamo in tanti a pensarla come te, ed avere le tue stesse inquietudini e frustrazioni :-(

    Viaflavio Stilicone

    RispondiElimina
  21. Devo dire che, negli ultimi 7-10 giorni, si sta meno peggio.
    Le camionette che passano a togliere i sacchetti abbandonati stanno passando più spesso a toglierli, con il risultato che anzichè cumuli di 2 metri di mondezza, ora abbiamo solo 1 metro.
    La schiavitù però continua, noi portiamo la mondezza ad AMA, negli altri quartieri...cassonetti nuovi.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.