sabato 2 aprile 2011

Microfoni aperti al Don Bosco

L'iniziativa riguarda la richiesta di apertura del parco archeologico di Centocelle, a partire dal lato di via Papiria e del Quadraro. E si terrà oggi a partire dalle 16,00 in piazza San Giovanni Bosco organizzata, come si legge sul volantino, da varie sigle e comitati di quartiere (anche se, per onor di cronaca, Roma Today riporta che ad averla organizzata e promossa è stata Sinistra Ecologia e Libertà).

Niente quindi a che vedere con il problema della differenziata. Ma al di là del tema parco, che sicuramente potrà interessare più d'uno, oggi pomeriggio in piazza ci saranno Sandro Medici, in rappresentanza della circoscrizione, e Marco Visconti, il nuovo assessore all'ambiente del comune di Roma.

E soprattutto, come scritto sui volantini, dalle 17,30 ci sarà "microfono aperto" ai comitati di quartiere e alle associazioni di territorio (e si spera anche ai semplici cittadini). Insomma, l'occasione buona per porre qualche domanda in modo diretto ai nostri amministratori su quello che sta succedendo nel quartiere sul fronte immondizia.

7 commenti:

  1. A noi interessa per il momento dippiù il degrado sotto le nostre abitazioni, ben venga il Parco che sono quarantanni che lo aspettiamo se non dippiù (le Sette Grotte), ora l'urgenza è la "Monnezza" e le iniziative si dovrebbero prendere proprio concentrare su questo problema, prima che arrivi l'estate.

    Quindi chi vuole andare a questa festa per il Parco (causa lodevole) ci vada..........il degrado sotto le nostre case, che interessa 40.000/50.000 di cittadini è un altra cosa, ogni cittadino è libero di fare quello che vuole e non biasimo chi non va a feste, quando sottocasa, ha la discarica a cielo aperto e sono quarantanni che non vedeva una cosa del genere così quanto sta aspettando per il Parco !

    viaflavio stilicone indirizzo facebook

    RispondiElimina
  2. D'accordissimo che di fronte a un'emergenza, quale è l'immondizia per le strade e con il caldo in arrivo, temi anche importanti come il parco di Centocelle dovrebbero passare in secondo piano.

    Ma proprio per questo è importante esserci oggi in piazza. Perché approfittando dell'opportunità data da quell'iniziativa e dai microfoni aperti potremo dire direttamente ai responsabili del disastro differenziata (minisindaco e assessore all'ambiente) qual è il nostro pensiero sulla questione e chiedere soluzioni immediate al problema.

    RispondiElimina
  3. Tu pensi che non lo sanno ?

    Per comunicare con te, a prescidendere questo fantastico blog ;-)

    con noi :

    Viaflavio Stilicone facebook

    viaflavio@yahoo.it

    RispondiElimina
  4. Caro drogo, cerchiamo di crearla noi quella opportunità o manifestazione compresa per il Quartiere .............noi ci stiamo!
    Prima dell'estate, con i residenti delle Vie Perimetrali della nostra Piazza (San Giovanni Bosco) riguardo il degrado quotidiano provocato dal fallimento della raccolta differenziata sotto le nostre case.

    RispondiElimina
  5. "Tu pensi che non lo sanno ?"

    Eccome se lo sanno! E preferiscono far finta di nulla e non parlarne. Ma essendo politici debbono preoccuparsi anche della facciata. E far presente in una pubblica manifestazione quella che è la situazione differenziata li dovrebbe costringere ad occuparsene, o almeno ad escogitare un altro modo per far finta...

    Comunque grazie dell'apprezzamento, anche per commenti negli altri post. Stiamo crescendo, al pari del nostro malumore. E non è detto che andando avanti non ci si accorga di essere diventati davvero tanti da poter organizzare una nostra protesta.

    Ma intanto qualche risultato l'abbiamo già raggiunto. Finalmente della nostra situazione si parla anche sui giornali, piazza dei Consoli e la sua immondizia sono state mostrata anche su Presa Diretta su Rai Tre.

    E anche il ritorno parziale, minimo, insufficiente dei cassonetti verdi è frutto delle pressioni che come semplici cittadini e come siti, pagine e blog abbiamo fatto e continueremo a fare. Insistiamo e ci libereremo alla fine di questa fallimentare differenziata...

    RispondiElimina
  6. Di ritorno dalla manifestazione. Come prevedibile ma non auspicabile, il discorso monnezza non è stato minimamente sfiorato dai nostri amministratori e rappresentanti politici.
    Vedremo di tornarci sopra con un approfondimento su un prossimo post.

    RispondiElimina
  7. Perchè avevi qualche dubbio !?

    I Cittadini del circondario non c'erano, ti sei chiesto il motivo?
    Togli qualche mamma con papà e prole e conta.
    Non si può festeggiare un Parco, quello di Centocelle che sono quarantanni, e dico quarantanni che lo si vuole come area verde per tutti, sulla nostra Piazza, dove tutto attorno con le Vie Storiche che la perimetrano, stanno nel più assoluto degrado quotidiano da ottobre del 2010 con la "Monnezza" sottocasa e minacciati di multe :-(

    Non per colpa dei Residenti come qualcuno voleva far passare, ma per il fallimento di questa imposizione assurda della differenziata a cinquantamila Cittadini.

    Il Parco, magari subito, per modo di dire, quasi mezzo secolo!

    Ora attiviamoci per togliere il degrado sotto le nostre case con il riposizionamento dei cassonetti neri "non reciclabile e scarti alimentari" vicino a quelli blu e bianchi, ed il loro svuotamento due volte al giorno.

    Ora dobbiamo organizzare la nostra senza chiacchiere ma con fatti (anche in modo originale);-)

    Viaflavio Stilicone facebook

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.