martedì 28 giugno 2011

Combustione spontanea di camioncino


L'avevamo visto in foto soltanto ieri, il camioncino abbandonato da due giorni in via dell'Aeroporto, nel punto dove l'AMA effettua il travaso ai compattatori, col cassone strapieno di sacchetti lasciati a macerare al sole. Ed è probabilmente quello il motivo per cui ha preso fuoco.

Combustione spontanea, che a dirla così fa ridere e sembra impossibile, ma che con temperature che all'ombra superano abbondantemente i 30 gradi e che al sole schizzano all'insù, amplificate da un cassone di metallo strapieno di sostanze fortemente infiammabili, creano le condizioni per un bel rogo.

Ennesina dimostrazione, se la nostra ipotesi venisse confermata, del pressappochismo con il quale è gestita l'intera differenziata da gente che trova naturale abbandonare un carico di rifiuti sotto al sole per giorni e si stupisce se poi, ops..., prende fuoco.

2 commenti:

  1. il furgoncino della raccolta che sta la fermo non sono 2 giorni ma sono esattamente 15 giorni da quello che ho trapeso tramite un mio amico Operatore dell'Ama in servizio presso via palmiro togliati sta li perchè ha il motore fuso....devono andare a prenderlo ma Ama quando e comoda va a prenderlo.....

    RispondiElimina
  2. 15 giorni, però... Non vorrei sbagliare, ma mi sa che quel camioncino bianco non è nemmeno dell'AMA, ma solo in affitto. E comunque l'assistenza meccanica è stata appaltata all'esterno. Un altro pezzo d'AMA in mano ai privati. E i risultati si vedono tutti.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.