lunedì 29 agosto 2011

Finalmente!

Via Ponzio Cominio

La sostituzione dei vecchi cassonetti della carta e della plastica cominciata poco prima di ferragosto da parte dell'AMA è ormai quasi completa. Ma da venerdì scorso è cominciata anche quella dei cassonetti verdi dell'indifferenziata. E, novità molto gradita, alcuni di questi nuovi cassonetti sono stati messi anche in punti in cui non c'erano prima e dove ce n'era molto bisogno, come in piazza dei Consoli.

Piazza dei Consoli (messo un po' storto, ma già pieno lo stesso...)

Speriamo che questo sia il segnale di un'inversione di tendenza da parte dell'AMA (che finalmente sembra essersi resa conto che le proteste dei cittadini durate oltre un anno avevano ragion d'essere) e che i cassonetti per l'indifferenziata tornino in tutti i punti evidenziati dal censimento delle Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, in attesa di scelte davvero condivise in tema di riciclo.

Ma per adesso i cassonetti rimessi sono ancora pochi e insufficienti. E sono al limite anche i cassonetti della carta e della plastica, segno che o gli autocompattatori non passano con la giusta frequenza o che i calcoli sul rientro dalle ferie dei cittadini del quartiere sono stati sbagliati, come dimostrano chiaramente le foto scattate nel pomeriggio di ieri...

venerdì 12 agosto 2011

Nuovi cassonetti, vecchia storia


Alla fine all'AMA ce l'hanno fatta: giovedì scorso hanno fatto la loro comparsa anche nel nostro quartiere i nuovissimi cassonetti già ampiamente diffusi in tutto il resto della città.

Ci sono voluti mesi e mesi di proteste fatte in ogni sede (dal blog, alla strada, alle riunioni di partito e del consiglio municipale), ma almeno una delle richieste portate avanti da Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, quella di eliminare dalle nostre strade i vecchi, sporchi e sfondati cassonetti recuperati direttamente in discarica, sembra finalmente che stia per essere soddisfatta.

Foto scattate da viaflavio

Siamo appena all'inizio. Per ora di quei cassonetti, quelli per il vetro e la plastica, ne sono stati messi una decina (in piazza dei Consoli e in parte di via Flavio Stilicone). Vedremo quanto ci metteranno a sostituirli tutti, ma soprattutto vedremo se un'altra mezza promessa, quella di risistemare un certo numero di cassonetti per i rifiuti indifferenziati in "tutte" le strade, verrà mantenuta.

Ma vecchi o nuovi i problemi rimangono lo stesso, perché a quanto pare anche i nuovi cassonetti non reggono alla potenza devastante del solito campione dell'AMA...

martedì 9 agosto 2011

Agosto, monnezza mia non ti conosco


E' tutta là, non è cambiato niente. Monnezza attorno ai cassonetti (più o meno prontamente rimossa al pomeriggio dal giro dei camioncini) e tanti, tanti, tanti altri sacchetti di indifferenziata nei cassonetti della plastica e della carta. Giusta misura di difesa e sopravvivenza dei cittadini del Tuscolano che giorno dopo giorno, nonostante le farlocche statistiche dell'AMA (IMHO), risolvono così il problema di un metodo di differenziata certamente sbagliato e sicuramente da loro non condiviso.

Ma è anche agosto e qualche posto auto in più per parcheggiare sotto casa finalmente lo si riesce a trovare. Segno che comunque una parte dei cittadini (anche se non molti, c'è crisi...) ha fatto le valigie ed è partita. Meno auto, meno gente, meno monnezza in giro.

E allora prendiamocela calma anche noi. Per un paio di settimane basta foto e notizie, ci meritiamo una piccola pausa. E chissà che facendo così, non parlandone per un po', il problema immondizia al Tuscolano non si risolva magicamente da solo. Voi ci credete? Naaaaaaaaa...!!!

Ah, piccola aggiunta: il sindaco Alemanno, diversamente da quanto vi avevamo annunciato, è poi venuto ieri nel quartiere in visita al centro anziani che ha sede nella contesissima torretta di piazza dei Consoli. E a fronte della precisa e specifica richiesta di quel comitato di togliere di là davanti il punto di travaso dai camioncini ai compattatori, messo proprio accanto a uno dei pochi punti storici e caratteristici del quartiere e sotto le finestre del plesso scolastico di via dell'Aeroporto, ha detto, testuali parole: "mi impegno personalmente" con i vertici dell'AMA per farlo spostare. 

Aspettiamo fiduciosi, ma facendo notare che quel problema, da lui scoperto solo oggi, sono ben undici mesi che noi lo segnaliamo. Poi fate un po' voi.

giovedì 4 agosto 2011

Notiziona: Alemanno oggi si degna di visitarci

Via Pasquale del Giudice

A quanto pare, da informazioni avute via mail, l'amato sindaco di Roma Gianni Alemanno (è lui che se lo dice da solo, non ridete) oggi dovrebbe venire in visita dalle nostre parti. Alle 17,00, salvo cambi improvvisi di programma, sarà prima in viale Giulio Agricola e poi in viale San Giovanni Bosco.

Update: come riportato anche nel post odierno, il sindaco Alemanno è poi venuto effettivamente in visita nel quartiere (ieri, 8 agosto), presso il centro anziani alla torretta di piazza dei Consoli e in viale Giulio Agricola.

Ecco spiegato quel certo attivismo da parte dell'AMA nel ripulire con più cura del solito il quartiere dagli ormai usuali cumuli di immondizia. E siamo certi che quest'opera continuerà anche nella giornata di oggi, perché tutto sia lindo e pinto al passaggio dell'amato sindaco che tanto ha fatto per i suoi tanti parenti (in senso metaforico) e affini all'AMA e all'Atac (loro sì che hanno ragione di amarlo).

Sicuramente a quel punto, mentre si prodigherà in complimenti agli addetti AMA (a favore di fotografo) per l'egregio lavoro che stanno svolgendo, sarà inutile cercare di rivolgersi a lui, fosse anche per consegnargli una supplica vecchia maniera. Anche perché, come pare sia diventata sua abitudine, sarà probabilmente circondato dai suoi personalissimi ascari (quelli del Popolo di Roma e di Roma ai romani, ma che poi fanno attaccare i loro manifesti ad extracomunitari non si sa quanto regolari), pronti ad aggredire chiunque provi a disturbare l'amatissimo (da loro) Gianni....

lunedì 1 agosto 2011

Prati, San Lorenzo e un certo 5%


Nuovo annuncio dell'AMA: da settembre quel fallimentare sistema di differenziata, da loro chiamato misto duale, che ha trasformato in discariche a cielo aperto interi quartieri verrà esteso anche a Prati e a San Lorenzo. E sempre secondo l'AMA, udite udite, sarebbero solo un misero 5% i cittadini che NON si recano ai camioncini dove quel sistema è già attivo.

Se di Prati si era già detto, è invece una novità l'inserimento di San Lorenzo, che evidentemente va a sostituire fra le zone interessate Montesacro, dove pure era stato annunciato l'arrivo di questo sistema. Ma secondo quanto riportato da un articolo de Il Tempo, ci saranno leggere modifiche al metodo che noi, purtroppo, conosciamo fin troppo bene.

I punti di raccolta non saranno mobili (come avviene negli altri 6 municipi) ma fissi. I mezzi dell'Ama infatti sosteranno sempre nelle stesse vie per cinque ore la mattina (dalle 6,30 alle 11,30) e cinque ore la sera (dalle 21 alle 2). Quelli della sera stazioneranno davanti alle utenze non domestiche (ristoranti e locali) ma saranno utilizzabili anche dai residenti che non hanno fatto in tempo a liberarsi dei rifiuti la mattina.

Si suppone che il giornalista stia parlando di San Lorenzo, perché davvero non si capisce che cosa ci farebbero dei camioncini a Prati sino alle due di notte. E sarà davvero divertente vedere come reagiranno i gestori delle tante pizzerie e ristoranti di quel quartiere a trovarsi dei camioncini maleodoranti piazzati tutto il tempo davanti ai loro locali, specie quelli che hanno tavolini all'aperto.

Ma aspettando di saperne di più e però avendo ben poca fiducia che un sistema del genere possa servire a tenere puliti quei quartieri (oltre che a imbarcare una nuova carrettata di parenti all'AMA e a far vendere ipod, dotazione standard di ogni sfaccendato addetto ai camioncini), c'è un altra modifica a quel sistema che non può che farci rabbia da una parte e far fare una grossa risata dall'altra...