lunedì 5 settembre 2011

Non bastano!


Lo sforzo da parte dell'AMA c'è stato, dire che non si è fatto nulla sarebbe ingiusto. Ma una volta di più dobbiamo constatare che, nonostante la buona volontà mostrata per rimediare a un danno comunque causato da loro stessi (occorre sempre ricordarlo), i cassonetti neri aggiunti nell'ultima settimana nel quartiere risultano ancora insufficienti, specie ora che sono tutti tornati dalle ferie.

Infatti, oltre alla sostituzione di tutti i cassonetti vecchi, negli ultimi giorni ne sono stati aggiunti all'incirca una trentina di quelli neri per l'indifferenziata in posti da dove mancavano da ottobre 2010, data di inizio della sciagurata differenziata al Tuscolano Don Bosco. Il che porta il totale approssimativo a 70 cassonetti (40 già posizionati da aprile, più i 30 di quest'ultima settimana), ma evidentemente ancora troppo pochi per sopperire alle esigenze di ben 53.000 cittadini, tanti quanti ne fa il nostro quartiere.

Via Calpurnio Pisone

Se via Flavio Stilicone è tornata ad essere una strada pulita (o quantomeno vivibile, perché anche lì non tutto è risolto) è stato perché si è sistemato un cassonetto nero davanti a ogni portone (centinaia di famiglie per edificio). Con il censimento dei punti critici fatto da Vie e Piazze Storiche di Cinecittà si chiedeva all'AMA di applicare la stessa logica ad ogni strada del quartiere. Uguali diritti per tutti. E invece, guardando le foto scattate negli ultimi due giorni, sono ancora tanti i punti lasciati al degrado...

Viale dei Salesiani

Basti pensare al primo tratto di viale dei Salesiani. Vi abitano all'incirca 200 famiglie e non c'è nemmeno un cassonetto nero, se non spostandosi di almeno 200 metri. Oppure in piazza San Giovanni Bosco, dove abitano un migliaio di famiglie e di certo non possono bastare i due miseri cassonetti neri comparsi negli ultimi giorni.

Il risultato è che i pochi cassonetti neri riposizionati vengono presi d'assalto anche da chi si sobbarca la camminata per raggiungerli.

Via Marco Celio Rufo

Mentre nei punti in cui non ci sono, come in via Mazzoccolo o in via Del Giudice, l'immondizia finisce in quelli della carta o della plastica o, peggio, per terra.


Ma sono ancora tante le strade e i civici davanti ai quali mancano del tutto i cassonetti dell'indifferenziata. E per quanto facciano gli addetti ai camioncini per nascondere il fallimento differenziata, i cumuli rimossi si riformano in poche ore.

Via Lucio Calpurnio Bibulo

Vista la situazione, la nostra richiesta all'AMA non può essere che la stessa che andiamo ripetendo ormai da un anno: ripristinare quelle condizioni di vivibilità che esistevano nel nostro quartiere prima dell'arrivo del cosidetto sistema misto duale riposizionando i cassonetti neri con meno timidezza e in numero sufficiente per non essere costretti a vivere in una discarica a cielo aperto. E finché questo non accadrà noi continueremo a chiederlo e a protestare.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.