lunedì 31 ottobre 2011

E' Halloween!


Attenti, il mostro che dice che ci AMA è ancora libero! Dall'anno scorso si è adattato ai nuovi cassonetti camuffandosi ancor meglio. Ma non fidatevi e non abbassate la guardia, altrimenti vi differenzierà in un sol boccone!

Via Calpurnio Pisone ieri pomeriggio

martedì 25 ottobre 2011

Differenziata a Prati, altro fallimento dell'AMA?


Sabato sera ero a Prati, in piazza Mazzini, e ho potuto vedere uno dei camioncini del turno serale da 5 ore per la raccolta del solo umido istituito in quel quartiere da nemmeno un mese.

Attorno c'era il deserto assoluto. E nonostante fosse sabato (quindi con buona parte degli esercizi commerciali, a cui è destinato principalmente quel servizio, aperti) nessuno, né commercianti né semplici cittadini, si è presentato a portare i suoi rifiuti.

Tanto che l'unico sfaccendato addetto a quel camioncino ha pensato bene di farsi raggiungere dalla sua ragazza ed era attivamente impegnato in sbaciucchiamenti vari scaccia freddo e noia...

mercoledì 19 ottobre 2011

Cassonetti alla fermata


Di cassonetti AMA piazzati proprio sulla fermata dell'autobus ne avevamo già mostrato un esempio tempo fa in via Calpurnio Fiamma. Poteva sembrare un caso unico, ma a quanto pare questa di piazzare i cassonetti sulle fermate non è una casualità, ma un vero e proprio vizietto dell'AMA.

Infatti su viale dei Salesiani c'è la stessa identica situazione, qui con ben cinque cassonetti sistemati all'interno della striscia gialla. E che ciò sia frutto di una precisa volontà dell'AMA è dimostrato dal fatto che anche quando hanno sostituito i cassonetti vecchi con quelli nuovi non hanno pensato a spostarli da lì per metterli nella giusta posizione.

Potrebbe sembrare una questioncina di poco conto, ma quei cassonetti (come farebbero anche auto parcheggiate in divieto) impediscono agli autobus di accostarsi al marciapiede provocando innanzitutto un blocco del traffico e poi esponendo i passeggeri (lo ripetiamo ancora una volta) al rischio di essere arrotati da qualche motorino che decidesse di passare a destra.

E in quel caso, nella malaugurata ipotesi di un incidente, di chi sarebbero le responsabilità?

lunedì 10 ottobre 2011

Paradossi all'Americana al Don Bosco


Nella prima foto, scattata ieri pomeriggio, dei vigili stanno elevando delle multe alle ultime tre auto rimaste in piazza San Giovanni Bosco nonostante il divieto imposto per consentire lo svolgimento di una pseudo manifestazione sportiva (dai chiari intenti pubblicitari e commerciali) chiamata: Un'Americana a Roma.

Non ci sarebbe comunque niente di strano, se non fosse che mentre quei tre sfortunati venivano multati quegli stessi vigili chiudevano tutti gli occhi disponibili verso gli organizzatori che avevano trasformato il selciato della piazza in proprio parcheggio personale per auto e furgoni, come ormai triste abitudine in queste occasioni...

venerdì 7 ottobre 2011

Le ombre della sera sull'AMA

Piazza dei Consoli alle nove di sera

Di giorno i camioncini dell'AMA girano freneticamente a recuperare i sacchetti di immondizia che debordano attorno ai cassonetti. Ma appena calano le ombre della sera quel servizio finisce e allora i sacchetti cominciano ad ad accumularsi in cataste sempre più alte fino alla mattina dopo, quando i camioncini trottola ricominciano il loro giro.

Quello che rimane a terra nella notte quando i camioncini smettono di girare (il cui fondamentale compito pare essere quello di coprire il fallimento del misto duale per permettere ai dirigenti della municipalizzata di dichiarare per il nostro quartiere strabilianti quanto inverosimili percentuali di differenziata, che supererebbero il 50%) è un vero e proprio tappeto di immondizia, terra di Bengodi per ratti e scarafaggi e provvidenziale dispensa per qualche disperato.

Dedicato a tutti quelli che pensano che il problema immondizia al Tuscolano Don Bosco è ormai risolto.

martedì 4 ottobre 2011

Prati e Don Bosco, per l'AMA due pesi e due misure


Alla fine, dopo i tanti annunci che si susseguono da marzo (ogni volta rivelatisi infondati), anche a Prati è arrivato quel sistema di differenziata dei rifiuti denominato misto duale che tanti danni ha fatto e sta continuando a fare ancor oggi nel nostro quartiere.

Ma tra il sistema applicato dall'AMA da noi e quello in quella zona della città ci sono però delle differenze che vale la pena di approfondire. Innanzitutto, oltre al turno mattutino, i cittadini di Prati potranno portare i loro rifiuti anche la sera presso i punti per le utenze commerciali. Da noi qualcuno ci aveva provato a chiedere dei turni anche pomeridiani, gli è stato seccamente risposto che sarebbe costato troppo e che quindi non era possibile.

L'altra differenza è che a Prati verranno lasciati il 60% dei cassonetti dell'indifferenziata. Da noi c'è voluto un anno di lotte per riuscire a riaverne una misera settantina, totalmente insufficienti per le esigenze di 53.000 abitanti.

Ma la differenza principale, almeno stando a quanto annunciato dall'AMA, è che a Prati i turni dei camioncini per strada dureranno ben cinque ore, dalle 6,30 alle 11,30. Questo al contrario di quanto succede da noi (o anche a Marconi o a Conca d'Oro), dove i camioncini nell'arco di quella stessa fascia oraria fanno tre turni in tre punti diversi. Motivo per cui il turno che ha disposizione ogni cittadino è soltanto di un'ora e mezza, in confronto alle cinque di Prati (più altre cinque di appendice serale).

Trattamento, quindi, diverso a secondo del quartiere in cui si vive, più o meno privilegiato dall'AMA. E questo nonostante poi, da parte della municipalizzata e del comune, si pretende che la Ta.Ri. la si paghi tutti nella stessa maniera. Ma anche a Prati il sistema messo in campo dall'AMA, con turni da cinque ore mattina a sera, dimostra una volta di più la sua assurdità...