giovedì 24 novembre 2011

Accertatori AMA, la pagliacciata continua


Dopo due giorni passati a presidiare via Lucio Mummio, oggi gli accertatori si sono spostati di un centinaio di metri, su via Calpurnio Pisone all'altezza dell'ufficio postale. Ma già nel pomeriggio la nuova ronda è tornata a presidiare la solita strada, che adesso appare ripulita, ma soltanto perché i palazzi che vi si affacciano hanno anche una seconda uscita dal lato opposto, in via Calpurnio Fiamma. E infatti questo era quello che c'era lì per terra ieri mattina.


Il problema è sempre lo stesso. I cassonetti, tutti i tipi di cassonetti, sono insufficienti e si riempiono in fretta. Occorrono più compattatori e sicuramente cassonetti neri per i civici e per le strade in cui non ce n'è nemmeno uno. Quello che proprio non ci serve sono signore di mezza età strappate dai loro comodi uffici per insultarci trattandoci da incivili...

Le nostre non sono solo chiacchiere e basta. Abbiamo sempre documentato accuratamente le nostre affermazioni. Sono mesi che mostriamo le foto scattate quotidianamente nel quartiere che dimostrano senza ombra di dubbio che l'AMA (che manda i suoi sgherri per "educarci" a suon di multe) ha la piena responsabilità di questa situazione. Anche ieri mattina i punti critici si contavano a decine. Il punto mostrato in via Marco Celio Rufo che avevamo denunciato anche su Repubblica è stato finalmente ripulito. Ma già ieri mattina il cassonetto era strapieno e cominciavano a vedersi i primi sacchetti per terra.


Ma non sono solo i cassonetti neri ad essere strapieni e non svuotati con la giusta frequenza. Anche quelli della plastica (specie nei punti dove non ci sono quelli neri, e chi ha orecchie per intendere intenda) sono sempre pieni. Qui di seguito due esempi, in viale San Giovanni Bosco e in via Tarquinio Collatino.


Per evitare che qualcuno possa avanzare dubbi insinuando che le foto sono sempre le stesse (dopo tanti mesi è inevitabile che si assomiglino un po' tutte) o che un paio di situazioni critiche non sono poi un grosso problema, ci teniamo a precisare che le foto su questo blog sono sempre nuove e quelle di questo post sono state tutte scattate ieri mattina. In quanto al "paio" di situazioni, è tutto il quartiere a subire l'inefficienza dell'AMA. Aver ripulito in via straordinaria via Lucio Mummio e averla militarizzata non serve a niente se poi nel resto del quartiere i cassonetti sono al collasso, come in piazza dei Tribuni o in viale dei Consoli o in via Marco Papio.


Di accertatori, per fortuna, anche ieri ce n'erano pochi. Oltre ai tre della prima foto, impegnati probabilmente a discutere su come spendere la gratifica natalizia per il grande e utile lavoro che fanno, ce n'erano altri quattro in borghese che "supervisionavano" per il quartiere e altre due belle statuine, piuttosto annoiate, in via Calpurnio Fiamma all'angolo con via Flavio Stilicone.


La loro utilità? Pari allo zero, perché per tenere pulito un quartiere, diversamente da quanto pensano i dirigenti della nostra municipalizzata, non serve l'esercito, ma delle scelte condivise da tutti. Nel frattempo, nell'attesa che qualcuno nelle alte sfere finalmente rinsavisca, i piccioni ringraziano.

3 commenti:

  1. Io non me la prendo con loro, che alla fine credo si rendano conto che non devono nemmeno immaginare di fare una multa a qualcuno, me la prendo con chi ce li ha messi come hai fatto giustamente notare tu, ma se ci si impegna un po' tutti ed ogni giorno si scatta una foto dei cassonetti (tanto il cell. che fa le foto cel'abbiamo un po' tutti oramai), giusto per documentare la tempistica di svuotamento e lo stato di degrado a cui siamo costretti non credi che l'AMA non avrebbe più nulla da ribattere e dovrebbe prendere provvedimenti?

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Alessio: non me la prendo con loro.... l'idea di fare delle fotografie quotidianamente ed in diverse ore della giornata è ottima; io aggiungerei mandiamole via mail quotidianamente. Qualcuno prima o poi lamenterà l'intasamento della casella mail no?

    RispondiElimina
  3. Vi rivelo un segreto, anche se di Pulcinella. L'AMA ci legge, per cui è perfettamente al corrente di quello che succede nel quartiere. Ma ovviamente fa finta di nulla perché solo per mettere su questo giochetto dei camioncini la regione ha speso 26 milioni di euro. Volete che ammettano che sono stati spesi inutilmente?

    Per cui, è perfettamente inutile mandare a loro foto e segnalazioni. Bisogna invece mandarli a giornali e tv per "sputtanarli" (termine triviale, ma certamente il più adatto). E soprattutto non bisogna cadere nella loro trappola del mettere un cittadino contro l'altro parlando di inciviltà del singolo. Le responsabilità di base stanno tutte dalla loro parte. E questo lo dobbiamo gridare forte.

    Ma come primo passo, se avete foto e segnalazioni, mandatele pure a questo blog.
    fortezza.bastiani.info@gmail.com

    State sicuri che qui avranno tutta la visibilità che meritano.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.