lunedì 10 dicembre 2012

Squallore fascista a piazza Don Bosco


Mercatino natalizio sotto i portici di piazza San Giovanni Bosco, la bancarella di un incisore espone la bandiera italiana, fra la sua merce in vendita anche i santini di Mussolini, proprio affianco a quelli di padre Pio.

Nella nostra piazza, per chi se lo fosse dimenticato, a pochissimi metri da quella bancarella, i fascisti hanno ucciso Roberto Scialabba, la cui unica colpa è stata quella di essere uno del quartiere e quindi un rosso, come all'epoca lo erano in tanti da queste parti.


Quella bancarella è un'offesa e uno sfregio alla sua memoria a cui, se l'antifascismo è ancora un valore imprescindibile in questo paese, occorre dare una risposta pronta revocando "immediatamente" la concessione al suo titolare.

Per inciso, il soggetto in questione espone la bandiera italiana per marcare la sua inutile differenza con il resto dell'umanità, ma non disdegna di usare degli extracomunitari per farsi sorvegliare di notte (e siamo vicini allo zero) la sua insulsa bancarella. Scusate per la qualità delle foto, ma forse è meglio non vedere certe facce.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.