giovedì 20 giugno 2013

Quella scritta puzza


E vabbè, non se l'è fatta il negoziante quella infamante scritta sulla sua saracinesca, lo sappiamo. E L'AMA non l'avrà ripulita perché non era nei suoi compiti, oppure  perché quando sono passati la serranda era su e non se ne sono accorti.

Ma insomma, se l'incivile padrone di un cane vi lasciasse un ricordo del suo animale davanti alla porta di casa voi vi arrabbiereste e pretendereste di conoscerne il nome immaginando chissà quale vendetta. Ma poi, visto che quel ricordo non se ne va con le chiacchiere, prendereste straccio e disinfettante e vi dareste da fare per ripulire. In fin dei conti è casa vostra e lì vivete.

Se invece ve ne infischiaste, se lasciaste quel ricordo canino davanti casa, come fatto dal negoziante con l'ignobile scritta antisemita sulla serranda del suo negozio, allora vorrebbe dire che a voi quella puzza piace.

2 commenti:

  1. Hai visto la petizione qui: http://www.ilquadraro.it/ ???

    Nel testo si legge: "La vecchia gestione non ha mai pensato ad una suddivisione in aree circoscritte a pagamento per chi vuole usufruire di barbicue, o di percorsi speciali per quelli in mountain bike, o per quelli che vogliono correre."

    Cosa?!?!? Suddividere il parco in aree a pagamento, ma siamo matti? Per andare a correre, poi? Ma chi è sto fascista paladino degli animali e che odia tutto il resto del mondo, si conosce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un po' fuori contesto rispetto a questo post. Avresti dovuto mettere il tuo commento sul post Fiamme al parco degli acquedotti.
      Ma comunque, per darti una risposta, nella nostra città sta prevalendo una mentalità da vecchi (di testa, non solo di età), con pessime conseguenze su ogni problema.
      Di danni da questo tipo di logica ne abbiamo visti tanti. Basti pensare al Circo Massimo recintato o al parco attorno all'Acqua Santa, dove non c'è più accesso pubblico se non in un paio di punti.
      Ma è anche vero che il caso in questione mi sembra poca cosa, solo il delirio di un vecchio "dentro" che cerca di drammatizzare le cose descrivendo il parco degli acquedotti come preda di bande criminali e di ragazze in topless (ma davvero?).
      E' solo un vecchio che borbotta. Ignoriamolo

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.