lunedì 30 settembre 2013

Metro Lucio Sestio non presidiata e allagata


Per una volta la notizia non esce da questo blog, ma è frutto di un lettore di RomaToday, la testata online che tante volte ci ha dato visibilità. Ma siccome riguarda anche una nostra precedente denuncia la riprendiamo. La foto è da sé molto esplicativa di quanto accade nelle nostre strade e nelle stazioni metro che ci sono sul nostro territorio al primo acquazzone. Qui siamo a Lucio Sestio stamattina. Un lago e per oggi niente più treno. E meno male che hanno chiuso solo due stazioni (anche Porta Furba), in altre occasioni si è fermata l'intera linea.

Ma c'è un altro aspetto interessante nella notizia. Che nell'emergenza in quella stazione non c'era nessuno: né  vigilantes, né addetti ai gabbiotti per intervenire, allertare in tempo e segnalare, per esempio, che l'acqua stava arrivando alle macchinette automatiche dei biglietti facendole andare in corto circuito, così come successo, con rischio di scossa elettrica per chi si fosse trovato vicino e a contatto con l'acqua.

Del deserto nelle nostre stazioni, dei lucchetti ai gabbiotti, della mancanza di assistenza per ogni problema abbiamo già parlato. E' questa l'occasione per  ribadirlo. Non è più pensabile essere trattati da periferia di serie B, dimenticati da tutti per concentrare le poche forze altrove, cioè in centro, dove gira "la gente che conta".

Quello che trova nelle nostre stazioni metro un passeggero a cui serve anche solo una banale informazione: un catenaccio su una porta

E assumetela un po' di gente! Fatelo un concorso "vero" all'Atac, istruite i vostri addetti a starsene davanti ai tornelli e non chiusi dentro i gabbiotti a fare i fatti loro protetti da finti avvisi appiccicati ai vetri per non far vedere dentro. E prendete anche dei vigilantes preparati al loro compito, non i soliti cosidetti volontari, i "ladri di lavoro". Fatelo, imponete con controlli il rispetto di questi impegni lavorativi. E quello che vi saranno costati in più vi ritornerà con l'evasione tariffaria recuperata, insieme al nostro apprezzamento per un servizio che sarà finalmente all'altezza di una capitale europea.

1 commento:

  1. E' uno scandalo che va avanti da secoli, e nessuno è intenzionato a porvi rimedio. Tutte le stazioni del nostro quartiere, subaugusta, giulio agricola, lucio sestio, numidio quadrato e porta furba sono terra di nessuno. C'è da avere paura a ritrovarcisi da soli, qualsiasi delinquente potrebbe fare ciò che vuole...

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.