venerdì 13 settembre 2013

Per un auto rimossa ne rimangono altre...?


Si comincia con la buona notizia. L'auto abbandonata davanti all'asilo Pan di Zucchero in via Arrigo Solmi che avevamo segnalato più volte è stata finalmente rimossa. Sapevamo che sarebbe successo perché Marina, un'amica di questo blog, ha chiamato la sala operativa del municipio pochi giorni fa per fare lei una segnalazione ufficiale e le è stato detto che la pratica era già in moto per una precedente segnalazione e che quell'auto sarebbe stata rimossa entro oggi, come è infatti avvenuto.

Meno male, una è fatta. Ma per un'auto rimossa ce ne sono tantissime altre, più un infinità di moto e motorini, che rimangono in strada ad arrugginire aumentando lo stato di degrado del nostro quartiere. Quella nella foto in testa al post è una Cinquecento ad uso magazzino stracci ferma da tempo immemore in via Pasquale del Giudice che ci ha segnalato Danilo. Mentre quest'altra col finestrino laterale rotto e probabilmente abbandonata a sua volta (o quantomeno lì ferma da mesi)  è in piazza Asellio Sempronio.


Solo due di tante, come abbiamo detto. Vedremo nei prossimi giorni, grazie all'esperienza di Marina e cercando notizie più precise in rete di compilare una piccola guida per tutti i cittadini su cosa si deve fare per segnalare e far rimuovere i tanti rottami che riempiono le nostre strade.

5 commenti:

  1. Bene per l'auto in via Arrigo Solmi! La Cinquecento ad uso magazzino stracci è una vecchia conoscenza; prima stazionava nel parcheggio dell'ex mercato di via Nobiliore ed era oggetto di raid dei rom, che la aprivano per sbirciare tra gli stracci e poi la lasciavano aperta e col suo carico maleodorante a traboccare in strada. Pensavo fosse stata finalmente portata via, invece vedo che ancora gira nel quartiere... Male.
    Male anche per l'Opel station wagon in piazza Sempronio Asellio (a proposito, hai visto le altre due auto abbandonate, quelle rosse sfondate e con l'erba intorno?), che è invece un nuovo acquisto: credo sia stata abbandonata non più di due settimane fa.
    Grazie a Marina, nel quartiere c'è un gran bisogno di cittadini responsabili e voglia di fare, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove ti giri vedi auto in disuso e abbandonate. Per non parlare dei motorini, almeno un paio a palazzo. Il punto è che queste cose noi cittadini le vediamo e ce ne lamentiamo. Ma è mai possibile che chi invece è preposto a farlo non si accorga di nulla e non faccia nulla a meno di ripetute segnalazioni?

      Elimina
  2. Non so, immagino facciano finta di non vedere. Che poi a scriverne, mandare fax, lamentarci, sono sempre poche persone. E tutti gli altri? Guardano e passano oltre? Perché dobbiamo abituarci a vivere nel degrado?
    Comunque pare che la 500 a uso magazzino stracci sia di proprietà degli stessi della Fiat Punto targata AG 226 RY, parcheggiata a spina su via Nobiliore 76/78, anch'essa ripiena di libri e stracci. Sono quelli che fanno il mercatino vicino all'uscita delle scuole Don Paolo Albera e Italo Svevo. Vicino alla Punto hanno anche legato una pedana, un carrello della spesa e altra roba. Manco a Calcutta. L'avevo già segnalato il 14 luglio sul sito pariolo (magari pariolo, è solo inutile, ora me ne rendo conto) e via fax a vigili e AMA. La macchina sta ancora lì e dal sito è pure scomparsa la segnalazione, che il Comune aveva bollato come risolta. Ora ho scritto ai gestori del sito per far ripristinare tutto quello che hanno tolto, ma resta il fatto che avevi ragione: è solo una presa in giro. Attendo la guida tua e di Marina per le segnalazioni, evidentemente sbaglio io nei modi. Grazie ancora
    F.T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che le nostre segnalazioni (sui media o agli uffici) servono a far capire a chi ci amministra che esiste una coscienza forte nei cittadini verso lo stato di abbandono in cui versano le nostre strada. Sono decine i blog antidegrado su Roma, tanto che qualcuno (il "pariolo" a cui ti riferivi) ha fiutato l'affare e ha provato a sfruttare il fenomeno a fini commerciali. Ma i nostri politici, da bravi struzzi, fanno finta di non vedere e non sapere. E' roba che dà problemi e di cui non si vogliono occupare direttamente lasciando agli uffici l'incombenza, i quali essendo sempre più sprovvisti di personale, mezzi e soldi intervengono solo quando non possono farne a meno.

      Invece, cercando notizie in rete per quella guida (che pubblicherò appena avrò un po' di tempo e meno rotture di scatole dai difensori del credo stellato, abbiate pazienza), sembra che un auto sia da considerare abbandonata se è ferma da più di 60 giorni e che i 60 giorni partono dal momento del primo accertamento dei vigili. Se la 500 che dici viene spostata ogni tanto c'è poco da fare, a meno che non esponga il contrassegno dell'assicurazione o questo è scaduto. Ma anche lì servirebbe una forte volontà da parte degli accertatori a chiudere la questione. Il tutto per un'unica auto., mentre il problema va affrontato "politicamente" in maniera complessiva. Noi però continuiamo a parlarne.

      Elimina
  3. Dimenticavo: stamattina ho inviato un fax qui: http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?jppagecode=dip_pol_amb_ser_gia.wp per chiedere che vengano a tagliare l'erba e dare una sistemata al lato del parco di Centocelle che si affaccia su via Papiria. Sarebbe bellissimo poterci andare a correre ogni tanto, avere un altro spazio verde fruibile nel quartiere. Intanto, che ti fa Claudio Baglioni? Ci va a fare un concerto a pagamento: http://www.fepgroup.it/it/news/il-23-ottobre-roma-parco-di-centocelle-chiude-il-%E2%80%9Cconvoitour%E2%80%9D-2013 , con biglietti che vanno dai 25 ai 35 € !!!!! Voglio dire, c'è gente che si sbatte da anni per farlo riaprire lato Casilina, arriva Baglioni e ci fa il suo concerto privato... Mi cadono le braccia.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.