martedì 15 ottobre 2013

Le invisibili strisce pedonali del Tuscolano

Piazza San Giovanni Bosco

Non si fa in tempo a rifarle che passa qualche settimana e il bianco delle strisce pedonali svanisce. Basta il passaggio di qualche auto, un po' di sporco, un acquazzone e di quelle strisce che dovrebbero servire a segnalare agli automobilisti un passaggio pedonale e a salvaguardare l'incolumità dei passanti non c'è più traccia.

Il problema strisce pedonali invisibili (ma un discorso simile va fatto anche per i posti auto per disabili) non è solo del nostro quartiere e riguarda tutta Roma, ma da noi sembra ormai diventato la regola. Per trovare delle strisce pedonali perfettamente visibili occorre guardare a quelle fatte annni fa, con tanta pittura così densa da sembrare calce e che spiccavano a rilievo dall'asfalto. Oggi, se vi è capitato di vedere degli operai all'opera, si usa una semplice pistola a spruzzo con pittura diluita al massimo: una passata veloce e via, in una nube vaporosa. 

Rapidi, efficienti e però anche incosistenti, visto che con questo sistema bisogna rifare quelle strisce in continuazione. E per di più, siccome i punti da rifare non vengono segnalati in anticipo, capita spesso di vedere strisce pedonali lasciate incomplete o fatte intorno alle auto parcheggiate a bordo strada. Guardate questa foto. E' stata fatta in via dell'Aeroporto dove recentemente è stato asfaltato un pezzo di strada e conseguentemente sono state rifatte anche le strisce pedonali. Paradossalmente si vedono di più le strisce vecchie (sulla sinistra) che le nuove, già ormai quasi invisibili.


Queste altre foto sono state scattate davati alla scuola media Cecilio Secondo di via Spurinna e alla Italo Svevo di via Salvioli. Due punti molto a rischio e lasciati in completo abbandono. Per fortuna che almeno in un caso (via Salvioli) ci sono i cartelli di segnaletica verticale, altrimenti l'automobilista non avrebbe alcun avvertimento per prestare attenzione ai ragazzini che escono da scuola.


E come dicevamo, la questione riguarda anche i posti per disabili. In alcuni casi, viste le lunghe attese, è capitato anche che siano stati gli stessi disabili a tracciare le strisce gialle (a volte anche con un po' di furbizia, prendendosi un po' più spazio di quanto concesso). Ma questo in foto è lo stato delle strisce di molti di quei posti auto, ormai in molti punti del tutto scomparse, e che quindi autorizzano gli automobilisti a sconfinarci sopra non avendo più limiti di riferimento.

Piazza San Giovanni Bosco angolo via Calpurnio Pisone

C'è evidentemente qualcosa che non funziona nel sistema con cui il municipio gestisce la cura delle segnalazioni orizzontali. Facendo qualche ricerca abbiamo trovato che quel servizio è stato affidato (qui il pdf) alla Cooperativa Cantieri Sociali X Municipio per la somma di 20.000 euro. Sembrano tanti soldi, ma riguardando gli interventi da giugno 2013 a fine anno e su tutto il vastissimo territorio dell'ex X municipio forse poi non lo sono. Ventimila euro sono il segno di un affidamento lavori fatto al ribasso, e quindi logicamente al ribasso è anche la qualità del lavoro fatto.

Il contratto è scritto in un burocratese estremo, difficile da decifrare per noi comuni cittadini. Ma quello che a noi sembra mancare in quelle poche paginette di incomprensibile linguaggio (magari qualcuno più addentro di noi può chiarircelo) è proprio una richiesta di rispetto di standard qualitativi e di possibilità di verifiche sul lavoro svolto.


Ma a parte il rispetto o meno dei contratti, servirebbe soprattutto che i nostri amministratori si rendessero conto, una volta e per tutte, che così non si può continuare e che ogni incidente che avviene a causa di quelle strisce malfatte è anche responsabilità loro. E cioè di chi, pur avendone il compito, non si attiva per risolverlo preferendo rimanere in silenzio. Su di noi cittadini, per come sono ora combinate le nostre strade, ricadono tutte le conseguenze di questa loro poca cura per il "bene pubblico". Occhio a quando attraversate.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.