mercoledì 9 ottobre 2013

Pedonalizzare il Don Bosco...!?!?


Ma davvero in comune e municipio vogliono pedonalizzare  piazza San Giovanni Bosco e tutto il quadrante di strade attorno? No, non ho bevuto. Semmai l'hanno fatto quelli che hanno avanzato questa idea sull'onda della proposta del sindaco Ignazio Marino di creare zone pedonalizzate anche in periferia. Ne ha scritto Il Messaggero un paio di settimane fa, ecco l'articolo.

La pedonalizzazione si dovrebbe estendere a macchio d’olio in altri quartieri di Roma. Il primo cittadino ha chiesto ai presidenti di Municipio di presentare un elenco delle strade in cui vietare l’accesso ai veicoli e lasciare quindi via libera ai pedoni... ...In VII municipio, potrebbero essere pedonalizzati due quadranti: quello di piazza San Giovanni Bosco e quello di piazza Finocchiaro Aprile e via Francesco Valesio, strade vicine al mercato Appio I.

L'idea è certamente suggestiva. Pensate per un attimo alla piazza e a tutte le strade attorno senza auto né di passaggio né in sosta. Bello, vero? Il problema è però che oltre ai sogni occorre confrontarsi anche con la realtà dei più di 50.000 abitanti del nostro quartiere concentrati in poco più di un chilometro quadrato, con densità abitative che in alcuni punti sono fra le più alte d'Europa. 

Gente che va e viene, negozi e attività commerciali da rifornire, un traffico continuo anche dei pendolari dai Castelli, che oltre all'asse di via Tuscolana usufruiscono anche delle strade attorno (le nostre) per non rimanere imbottigliati nel traffico. Cosa succederebbe se l'intero quartiere non potesse più muoversi se non a piedi?

Ma poi, si può già scommettere sul come andrà a finire questa straordinaria idea. La pedonalizzazione si ridurrà a qualche domenica straordinaria, con straordinaria segnaletica e straordinari per i vigili chiamati a presidiare la zona. E quindi costi straordinari che saranno sottratti alle spese ordinarie. 

Ci sarà chi ne sarà felice. Sicuramente lo saranno i ragazzini e le loro mamme che per qualche ora potranno far finta di stare al parco anche sotto casa. Ma in special modo ne saranno contenti i politici artefici, che invece di ammettere l'idiozia di un'idea irrealizzabile si prenderanno il merito di averne realizzato soltanto un pallido simulacro, a nostre spese...

3 commenti:

  1. Questa è una caxxxta pazzesca! Non serve pedonalizzare nel nostro quartiere. Abbiamo il Parco degli Acquedotti, raggiungibile a piedi da qualsiasi altezza che va da piazza di Cinecittà fino a via del Quadraro. Un posto bellissimo, dove si possono fare attività sportive, pedalare, passeggiare o solo rilassarsi. Piuttosto, se si volessero spendere soldi in maniera intelligente, bisognerebbe riqualificarlo e valorizzarlo, il Parco, e non lasciarlo al degrado e all'abbandono dello stato attuale. Magari farlo entrare anche in un circuito turistico, visto che è uno dei posti più belli di Roma.

    RispondiElimina
  2. Come non darti ragione. Il punto è che quello che pensi tu è la stessa cosa che pensa probabilmente ogni cittadino del nostro quartiere. Dal che si capisce che chi ha avanzato l'idea della pedonalizzazione o è un idiota senza pari oppure dalle nostre parti non c'è mai stato.

    RispondiElimina
  3. Io la chiamo propaganda, a discapito dei cittadini. Vedrai, quelli che abitano nei quartieri alti, i radical chic, applaudiranno fino a spellarsi le mani :)
    Intanto, visto che sono un folle, aspetto una ciclabile che colleghi il nostro quartiere all'ostiense, che in linea d'aria sono vicinissimi.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.